PICCHIA UN POLIZIOTTO IN PRONTO SOCCORSO, PATTEGGIA SEI MESI

Ha patteggiato sei mesi di carcere Davide Tullio, il trentottenne di Raiano, arrestato martedi notte, per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Dopo aver convalidato l’arresto il giudice del Tribunale di Sulmona lo ha processato con rito direttissimo, accogliendo l’istanza di patteggiamento avanzata dall’avvocato Antonietta Pace, legale di fiducia dell’imputato. Davide Tullio era finito in carcere dopo una lite scoppiata in un condominio di via Maiella. L’uomo era in casa di Emanuela Del Giovane, che si trova agli arresti domiciliari per furto aggravato, quando una vicina si è lamentata per il rumore che proveniva dal loro appartamento. Da lì ne è nata una discussione presto degenerata anche dopo l’arrivo della Polizia. Nel corso della colluttazione i due si sono picchiati a vicenda, finendo entrambi al pronto soccorso. Ma anche lì lo scontro è ripreso ma questa volta a farne le spese è stato il poliziotto intervenuto per sedare la lite, che è stato malmenato da Tullio. Immediate sono scattate le manette. Al termine del processo l’uomo è tornato in libertà.