OSPEDALE NUOVO IN RITARDO, UIL CHIEDE INCONTRO AL SINDACO

La Uil Fpl chiede un incontro urgente al sindaco Annamaria Casini per conoscere lo stato dell’arte delle opere di urbanizzazione riguardanti l’area del nuovo ospedale dell’Annunziata. Ultimo nodo da sciogliere questo per arrivare all’inaugurazione del nuovo edificio. Nel marzo scorso infatti nel corso di un incontro svolto proprio all’interno della nuova struttura sanitaria i tecnici impegnati nella direzione dei lavori, alla presenza del sindaco Annamaria Casini e del direttore generale Asl, Rinaldo Tordera, annunciarono che entro l’estate o al massimo per settembre il nuovo ospedale sarebbe stato inaugurato. Ma sia per i ritardi nei lavori che per la lentezza delle procedure per l’urbanizzazione dell’area anche settembre è passato e il nuovo ospedale non è stato inaugurato. Da qui l’allarme della Uil.  “La Uil da anni sta attenzionando i problemi della sanità fino a mettere in atto azioni di protesta eclatanti per velocizzare l’ultimazione dei lavori, che nel corso degli anni purtroppo, hanno subito notevoli rallentamenti – sostiene il sindacato – siamo ora convinti che non c’è più tempo da perdere per i cittadini ed i lavoratori di questo territorio, i quali hanno diritto a beneficiare di una struttura sicura ed efficiente al fine di garantire il sacrosanto rispetto dei livelli essenziali di assistenza”. La Uil sottolinea inoltre che “sono ancora tanti i servizi e reparti ubicati nella vecchia ala che versano in condizioni strutturali non ottimali, pertanto, per garantire la sicurezza dei cittadini ed i lavoratori chiediamo che ogni ente faccia il massimo per garantire al più presto l’ultimazione, sia del nuovo plesso che i lavori di urbanizzazione spettanti al Comune”. La Uil auspica quindi “un confronto consapevole e costruttivo per essere fieri di una costruzione antisismica, prima in Abruzzo, capace di accogliere i pazienti nel modo adeguato con una viabilità degna di tale struttura”.