COMITATI “NO SNAM” IN ASSEMBLEA PER UNA RETE REGIONALE CONTRO OGNI SCEMPIO AMBIENTALE

Assemblea pubblica contro la centrale e il gasdotto Snam, sabato prossimo, 3 febbraio, alle 17, nella sala S.Pietro Celestino della parrocchia di S.Maria Ausiliatrice. I comitati ambientalisti chiamano a raccolta cittadini, rappresentanti delle istituzioni, movimenti, reti e spazi sociali, associazioni, organizzazioni sindacali, realtà politiche della Regione Abruzzo e delle regioni limitrofe ad intervenire. Scopo primario dell’assemblea è quello di formare una rete tra movimenti e associazioni che in tutto Abruzzo si battono contro opere di notevole impatto ambientale e gravemente nocive per la salute dei cittadini.  “L’hub del gas è una grande opera inutile e imposta – sottolineano i comitati – per questo auspichiamo che le singole vertenze formino un fronte unitario di lotta con una mobilitazione più ampia: serve la costruzione di una rete tra le tante realtà abruzzesi e delle regioni limitrofe impegnate nella difesa dei territori”. I comitati inoltre rifiutano l’idea che l’Abruzzo da regione verde d’Europa, centro di un importante sistema dei parchi, diventi “servitù di passaggio del metano verso i Paesi del Nord Europa”. Significherebbe dilapidare l’enorme patrimonio ambientale in possesso della regione, a beneficio esclusivo di profitti con accrescimento di rischi, danni e costi riversati sulla popolazione. “Vogliamo salvaguardare il nostro territorio, valorizzandone le potenzialità e promuovendo una nuova visione di economia e società, sostenibile ecologicamente e inclusiva socialmente. Il tempo delle energie fossili è finito e, mentre il cambiamento climatico e la crisi ecologica minacciano la vita umana sul pianeta, la nostra mobilitazione reca in grembo il futuro di tutti” concludono i comitati.