FEDERCALCIO COMMISSARIATA, SALTA L’ACCORDO GRAVINA-SIBILIA PER LA PRESIDENZA

La Federcalcio sarà commissariata. Infatti si è risolta in un nulla di fatto la sfida tra Gabriele Gravina, Cosimo Sibilia e Damiano Tommasi per l’elezione del presidente della Figc. Al terzo scrutinio Sibilia aveva ottenuto il 39,42% dei voti e Gravina il 38,36%. A quel punto l’elezione di Gravina sembrava possibile, con Damiano Tommasi, ormai fuori dai giochi fermatosi al 29,79%. Era atteso il ballottaggio tra Gravina e Sibilia. Ma poco dopo le 18 Sibilia ritirando la sua candidatura, ha annunciato che i delegati della Lega Dilettanti avrebbero votato scheda bianca, rendendo impossibile anche a Gravina di ottenere il 50% più uno delle preferenze necessario per l’elezione del presidente. “Con alto senso di responsabilità, il consiglio direttivo della Lega nazionale Dilettanti, su proposta del suo presidente, ossia il sottoscritto, aveva fatto un passo indietro riconoscendo a Gravina la presidenza della Figc. Ci siamo incontrati, dopodiché non ho avuto nemmeno una risposta, se non una telefonata di Gravina nella quale mi ha detto che questo accordo non si poteva fare. Per questo abbiamo deciso di votare scheda bianca”. Con questa dichiarazione Sibilia ha aperto la strada al commissariamento. Più tardi, alle 19 in punto, è arrivata infatti l’ufficializzazione del commissariamento della Federcalcio, dopo che l’assemblea non ha eletto il presidente.