ECCO I CANDIDATI PELIGNI IN CORSA PER CAMERA E SENATO

Sono cinque i candidati peligni nelle elezioni del 4 marzo. L’ultima candidatura confermata è quella del sindaco di Pratola Peligna, Antonella Di Nino. Già da tempo le intenzioni del sindaco Di Nino non erano un mistero e in queste ultime settimane si erano fatte insistenti le voci della sua candidatura. Di Nino è candidata quindi al Senato, all’uninominale (Chieti-Pescara) e al proporzionale. Una posizione che potrebbe favorire la sua elezione a palazzo Madama. Invece da palazzo Madama è destinata a tornare a Montecitorio, Paola Pelino. La senatrice uscente è candidata questa volta alla Camera dei Deputati, come capolista del proporzionale nel collegio L’Aquila-Teramo. Non gioca in casa ma ha buone possibilità di rielezione, stando almeno ai sondaggi che prevedono una buona affermazione per Forza Italia. Ha le sue possibilità di varcare la soglia di palazzo Madama un volto nuovo della politica sulmonese, Gabriella Di Girolamo, pentastellata della prima ora, candidata con il M5S al numero 2 del collegio proporzionale per il Senato. Peligni sono anche Massimo Carugno, sulmonese candidato nella lista Insieme Italia Europa, esponente socialista, capolista per la Camera al proporzionale nel collegio Chieti-Pescara e Antonio Castricone, deputato Pd, di Popoli, candidato alla Camera nel collegio uninominale Chieti-Pescara. Infine Casapound vede candidato alla Camera, nel proporzionale, nel collegio L’Aquila-Teramo il giovane coordinatore sulmonese, Giovanni Bartolomucci, ventottenne da sempre militante nel movimento di destra.