CINEMA, CON IL BANDO PARTE IL XXXVI SULMONA INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

E’ stato pubblicato oggi il nuovo bando per registi italiani e internazionali, per la XXXVI edizione del Sulmona International Film Festival 2018 (SIFF). L’edizione numero 36 del festival, che si terrà dal 7 al 10 novembre prossimi a Sulmona, nella sala del Cinema-Teatro Pacifico, consolida la formula risultata vincente del concorso di cortometraggi arricchendola di alcune novità. “La finalità è quella di sempre, la promozione dei giovani registi italiani e internazionali, con la ferma ulteriore volontà di far conoscere l’Abruzzo nonché di coinvolgere un numero sempre maggiore di spettatori, con una particolare attenzione agli studenti delle scuole superiori di primo e secondo grado” spiega l’associazione Sulmonacinema. Nel 2017 le opere pervenute sono state 550, con un incremento del 40% circa rispetto all’anno precedente. Sorprendentemente, alla quantità – che è davvero soddisfacente e che è andata oltre le aspettative – si è abbinato un livello qualitativo delle opere molto elevato, tale da aver creato non poche difficoltà sia al comitato di selezione sia alla giuria, nella fase finale di assegnazione dei premi. Saranno ammessi alla selezione ufficiale 2018 i cortometraggi più rappresentativi del panorama cinematografico mondiale. Tra le novità: il numero delle scadenze per le iscrizioni che da cinque diventano sei, a partire dal 15 febbraio fino ad agosto; inoltre, alla sezione dei documentari, proposta dalla scorsa edizione (il premio è andato a “Cosa faccio nella vita?” di Manuel De Pandis, Fabio Fusillo e Giovanni Sfarra) si aggiungono altre due categorie, dedicate rispettivamente all’animazione (con il premio ‘Best Animation Short film’) e alla promozione territoriale, con il premio che sarà assegnato al miglior corto girato da un regista abruzzese o ambientato nella nostra regione (‘Best Abruzzo Short Film’). Negli ultimi due anni il festival si è inserito a pieno diritto nel novero degli eventi di settore più rilevanti, riuscendo ad attirare circa mille addetti ai lavori da oltre 65 Paesi. Tra i registi, si ricordano gli italiani Alessandro Capitani (“Bellissima”, David di Donatello 2016), che ha appena terminato le riprese del suo primo lungometraggio “In viaggio con Adele”, con Alessandro Haber e Sara Serraiocco; Mario Piredda (“A casa mia”, David di Donatello 2017), Aldo Iuliano (“Penalty”, Globo d’Oro 2017); tra gli internazionali: la croata Antoneta Kusijanovic (“Into the Blue”, Menzione Speciale Berlinale 2017), il francese Vincent Maury (“Minh Tâm”, Grand Jury Award al Palm Springs International Short Fest 2016, Menzione speciale al RIFF 2016), l’ungherese Kristóf Deák (“Sing”, Oscar 2017).