FONDI POST TERREMOTO, PRATOLA INSIEME ACCUSA IL SINDACO DI NINO: HA MENTITO AI CITTADINI

Non accenna a placarsi la polemica sui fondi post terremoto a Pratola, che anzi continua a divampare. Il gruppo di minoranza “Pratola Insieme” accusa il sindaco Antonella Di Nino di aver mentito ai cittadini. “Dichiara di aver inviato una richiesta e viene smentita dall’Ufficio destinatario della richiesta suddetta. Una vicenda incresciosa” sostiene Pratola Insieme, chiedendo al sindaco di “fornire a tutti i cittadini la prova dell’avvenuto inoltro cartaceo della documentazione che dichiara di aver spedito, attraverso procedure legali che Antonella Di Nino -che di mestiere fa l’avvocato- non può non conoscere: raccomandata e numero di protocollo in uscita”. “Essere sindaci non è una scelta libera e incondizionata:é soprattutto un atto di fiducia di una comunità a cui bisogna rispondere e con cui bisogna essere onesti perché si sta amministrando un bene di tutti e non una cosa privata” continua il gruppo di opposizione. “Per cui se il sindaco ha mentito alla sua comunità dovrebbe dimettersi o dichiararlo apertamente con un doveroso mea culpa. Non ci costringa a far verificare la verità agli organi competenti. Non sarebbe una bella cosa per la nostra amata Pratola” conclude il gruppo.