OSPEDALE POPOLI, SINDACO GALLI: LA REGIONE PRENDA ATTO DELL’EMENDAMENTO CASTRICONE ORA LEGGE

“L’approvazione dell’emendamento presentato dall’onorevole Antonio Castricone ed approvato in Parlamento rappresenta per l’Ospedale di Popoli un ulteriore decisivo passo rispetto al futuro del nostro presidio.
La proroga fino ad aprile 2021 segue il precedente emendamento Castricone che con il decreto sisma aveva previsto la proroga fino ad aprile 2020. Il lavoro continuo ed efficace del nostro parlamentare in questo 2017 ha aperto nuovi scenari e dà la possibilità per i prossimi quattro anni oltre che di garantire l’attuale assetto ospedaliero anche di poter programmare e riempire di contenuti il piano aziendale in termini di investimenti, attrezzature e personale”. Lo dichiara il sindaco di Popoli, Concezio Galli. “La Regione deve assolutamente prendere atto del fatto che la proroga al 2021 per l’ospedale di Popoli è legge dello stato ed in quanto tale va rispettata – continua Galli –  Le dichiarazioni dell’assessore Regionale alla Sanità Silvio Paolucci dimostrano per l’ennesima volta la volontà politica di questa Regione che in materia di sanità ha adottato in questi anni atti e provvedimenti assolutamente fallimentari e che hanno fortemente penalizzato le strutture dell’Abruzzo interno in favore della costa e delle cliniche private”. “L’amministrazione comunale di Popoli non ha mai condiviso le scelte della Regione che hanno completamene ignorato le istanze dei territori e delle comunità di questa parte dell’Abruzzo. La battaglia a difesa del presidio popolese continuerà insieme ai cittadini e ai movimenti che con grande impegno difendono il diritto alla salute della collettività, con la certezza di poter costruire nei prossimi quattro anni un ospedale di riferimento per le zone interne” conclude il sindaco.