MENSE SCOLASTICHE, CASAPOUND: VICENDA SCONCERTANTE, AMMINISTRAZIONE INCAPACE

“Il caso della sospensione del servizio di mensa scolastica è una vicenda sconcertante, che ancora una volta è da addebitare ad un’amministrazione comunale che si dimostra incapace, se non disinteressata, nel fornire soluzioni ai problemi che gravano sulla nostra città”. E’ quanto afferma Giovanni Bartolomucci, responsabile cittadino di CasaPound Italia. “Quello del servizio mensa scolastico – prosegue Bartolomucci – è un problema da noi più volte segnalato che si trascina da anni, ossia dalla scadenza dell’assegnazione del servizio, poi proseguito solo attraverso proroghe tramite affidamento sotto soglia. A dispetto delle promesse, nulla è stato fatto dall’attuale amministrazione per risolvere il problema, ed anzi manca a Sulmona la centrale unica di committenza, fondamentale per l’istituzione della nuova gara d’appalto per l’assegnazione del servizio”.
“Ancora una volta – conclude il responsabile sulmonese di CasaPound – abbiamo la conferma le cause della gravissima crisi in cui versa Sulmona e la Valle Peligna non sono da individuarsi solo in una classe politica regionale che ha individuato nella nostra terra l’area dove effettuare i tagli di finanziamenti e di servizi imposti all’Abruzzo dalle politiche di austerità, ma anche nelle mancanze di una classe dirigente locale priva di volontà e amore per Sulmona. La nostra città merita sicuramente amministratori migliori”.