GASDOTTO, RINVIATO INCONTRO A PALAZZO CHIGI. I SINDACI DI SULMONA E PRATOLA PRONTI A RIBADIRE IL LORO “NO”

Saranno i futuri parlamentari ed il futuro governo ad avere tra le mani la patata bollente del gasdotto Snam. Infatti la conferenza dei servizi convocata per domani, giovedì 14 dicembre, a palazzo Chigi, è stata rinviata a data da destinarsi, a poca distanza di tempo ormai dalla conclusione della legislatura. A dare comunicazione del rinvio della conferenza dei servizi è stato questa mattina il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, ribadendo la contrarietà del governo regionale alla realizzazione dell’opera ritenuta “insicura e dannosa per il giacimento ambientale e di bellezza identitaria dell’Appennino”. “Eravamo pronti per andare a palazzo Chigi a ribadire con determinazione la contrarietà al gasdotto dell’intero territorio e del Consiglio comunale ripetutamente rimarcata con precise delibere – ha commentato il sindaco Annamaria Casini – avremo tempo a questo punto per preparare altri documenti a sostegno delle ragioni contrarie al gasdotto espresse da sempre dalla popolazione del nostro territorio”.”Abbiamo conferito un incarico a titolo gratuito al geologo Francesco Aucone, che darà un supporto scientifico al Comune di Pratola nelle prossime conferenze dei servizi sul metanodotto – ha detto il sindaco di Pratola Peligna, Antonella Di Nino – le sue argomentazioni di contrasto al progetto, illustrate ieri pomeriggio a Sulmona, ci hanno pienamente convinto per la chiarezza e la ragionevolezza delle tesi esposte. Così abbiamo chiesto al geologo di sostenere le nostre ragioni, a partire dalla prossima conferenza dei servizi, accogliendo con grande favore la sua disponibilità ad accettare l’incarico che abbiamo formalizzato questa mattina con una delibera di giunta”. “In questi anni, un limite della politica è stato forse quello di affrontare i confronti sui tavoli istituzionali senza il necessario supporto scientifico, al cospetto di una multinazionale che ha sempre fatto perno su figure di primo piano fortemente specializzate – ha tenuto a precisare il sindaco Di Nino – preso atto del nuovo rinvio della conferenza prevista per la giornata di domani, come Comune saremo nuovamente pronti a ribadire le ragioni del no, rafforzando la nostra posizione con il necessario supporto tecnico garantito dal geologo Francesco Aucone che ringraziamo per la sua grande disponibilità”.