IL MINISTRO LOTTI INAUGURERA’ LE NUOVE CABINOVIE DI ROCCARASO

Sarà il ministro dello Sport, Luca Lotti, ad inaugurare giovedì prossimo 7 dicembre le nuove cabinovie di Roccaraso (Gravare-Toppe del Tesoro e Pizzalto-Macchione-Gravare) e il nuovo sistema d’innevamento programmato che è diventato così il più grande d’Italia ed è il terzo d’Europa. Ad annunciarlo è stato il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato, spiegando che il ministro Lotti parteciperà all’inaugurazione dei nuovi impianti di risalita, in programma dalle 10 alla stazione di partenza delle nuove cabinovie alle Gravare, insieme al presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, al vice presidente della Regione e coordinatore della Commissione Turismo della Conferenza delle Regioni, Giovanni Lolli, e al presidente della Provincia dell’Aquila e sindaco di Castel di Sangro, Angelo Caruso. I lavori sono stati realizzati grazie ai fondi del Par-Fsc 2007-2013 nell’ultimo biennio. Il cantiere di potenziamento del sistema d’innevamento programmato è stato chiuso lo scorso 15 ottobre mentre le nuove cabinovie a 10 posti senza barriere architettoniche, disegnate da Pininfarina e realizzate dalla Leitner, sono state realizzate a tempo di record e i lavori sono stati conclusi pochi mesi fa. “Sarà una giornata di festa per tutto l’Abruzzo. Sono infrastrutture molto importanti che aumentano la competitività del nostro comprensorio e rafforzano la nostra leadership tra le stazioni sciistiche dell’appennino – ha spiegato il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato – Cominciamo la stagione sciistica con questo evento molto importante che resterà nella storia di Roccaraso e ci permette di lasciare un segno tangibile di buona amministrazione di qualità. Roccaraso da sempre è il biglietto da visita per il turismo abruzzese e il 7 dicembre sarà una festa per tutta la regione”.Il presidente del Consorzio Skipass Alto Sangro, Bonaventura Margadonna, ha sottolineato che “lo sviluppo del comprensorio sciistico dell’Alto Sangro ha bisogno di scelte di qualità, visione ed investimenti. Il sistema d’innevamento programmato ha già confermato in questi giorni di essere indispensabile per garantire una continuità d’esercizio agli impianti e per permettere a tutto il sistema economico territoriale di poter programmare con certezza il proprio lavoro. Consideriamo quest’inaugurazione un punto di partenza – ha concluso Margadonna – e non vogliamo certo fermarci qui”.