CAOS IN CENTRO NEL SABATO NOTTE, I RESIDENTI:CONTROLLI PIU’ SEVERI E FAMIGLIE PIU’ ATTENTE AI LORO GIOVANI

Nuove proteste e lamentele vengono dal centro storico per il sabato notte segnato dagli eccessi di tanti giovani e adolescenti. A protestare  non solo per il chiasso e per i rumori che si prolungano fino alle prime ore del mattino di domenica ma anche per le “tracce” che vengono lasciate ogni sabato in più zone, sono i residenti di via Gramsci, via Pantaleo, vico Quercia, via Scudieri. Gli abitanti della zona reclamano a gran voce controlli più assidui e più severi. “Non ne possiamo più di sopportare chiasso e altri comportamenti incivili fino a notte fonda e oltre – dicono alcuni residenti – né dobbiamo essere costretti, ogni domenica, a ripulire le strade da orine e vomiti, che i giovani purtroppo  lasciano e che sono spesso frutto di ubriachezza, per non parlare di bicchieri di carta e altri rifiuti lasciati in ogni angolo di strada”. Da anni i residenti lamentano questa situazione ma soluzioni paiono ancora lontane. Tutto avviene sempre nell’indifferenza generale. Addirittura alcuni residenti hanno scattato fotografie di giovani mentre orinano appoggiati ai muri delle case di via Gramsci.  “Non chiediamo la repressione, non vogliamo criminalizzare nessuno, i giovani hanno pieno diritto al divertimento – tengono a precisare i residenti – siamo però contrari ad eccessi e a comportamenti di maleducazione che non siamo disposti più a tollerare, preoccupati anche dello stato di ubriachezza di molti minorenni, che fanno danno a sé stessi, nell’indifferenza sia di chi è tenuto a controllare quello che accade per strada sia delle famiglie che prestano poca attenzione ai figli, senza rendersi conto dei rischi ai quali vanno incontro”.