NUOVI COLLEGI ELETTORALI, SULMONA “INCASTRATA” CON CHIETI E PESCARA

Sulmona e il Centro Abruzzo rischiano di restare fuori del tutto dai giochi elettorali di primavera. Il decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri che ridisegna i collegi elettorali prevede per l’elezione della Camera dei Deputati il collegio uninominale Sulmona-Chieti, abbracciando il Centro Abruzzo fino ai paesi dell’area interna e della costa teatine. Gli elettori di questo collegio uninominale, oltre ai nomi scelti dalle coalizioni per concorrerre “uno contro uno”, troveranno sulla scheda le liste dei partiti alleati nelle coalizioni del collegio proporzionale Pescara-Chieti. Con i collegi così disegnati, il Centro Abruzzo gioca una partita complicata, se non addirittura impossibile, in fatto di rappresentanza parlamentare, perché dovrebbe avere, per le coalizioni e per l’uninominale, nomi propri da collocare nell’uninominale oppure in testa alle liste. Al Senato, il collegio uninominale è quello con Pescara e Chieti, mentre unico sarà il collegio proporzionale. Il decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri, in esame preliminare, è in attuazione della nuova legge per l’elezione della Camera e del Senato, determinando la distribuzione dei collegi uninominali e plurinominali da assegnare a ciascuna circoscrizione del territorio nazionale. Lo schema del decreto legislativo sarà trasmesso alle Camere per l’espressione dei pareri delle Commissioni parlamentari competenti, che dovranno pronunciarsi nel termine di quindici giorni dalla data di trasmissione.