ALLARME DELLA UIL, IN ARRIVO TAGLI AL PERSONALE DEL PENITENZIARIO SULMONESE

La scure dei tagli al personale di polizia penitenziaria in Abruzzo potrebbe colpire anche il personale del penitenziario sulmonese. Le recenti assicurazioni dei sottosegretari Federica Chiavaroli e Cosimo Ferri potrebbero essere vanificate da decisioni date per imminenti. A lanciare l’allarme è il segretario territoriale della Uil-Pa, Mauro Nardella. L’esponente sindacale infatti annuncia per mercoledì prossimo una riunione nella sede del provveditorato dell’amministrazione penitenziaria nella quale verrebbero decisi i tagli, in ragione del ridotto numero di poliziotti penitenziari voluto dalle politiche di tagli alla spesa pubblica. “Nell’intero provveditorato saranno circa 550 le unità da tagliare – spiega Nardella – delle quali 115 quelle che saranno tagliate in Abruzzo e Sulmona potrebbe essere nella condizione più grave, con un taglio che riguarderebbe ben 30 unità”. Secondo Nardella tutto questo non solo andrebbe ad aggravare le carenze di personale che già pesano sull’organico del penitenziario sulmonese ma provocherebbe una “guerra tra poveri”, pensando alle condizioni di organico, non migliori in altri penitenziari abruzzesi.