“ECCE HOMO”, ALL’ANNUNZIATA LA MOSTRA CHE INTERROGA SULLE POVERTA’

Una mostra che tutti interroga sul dramma della povertà, nella celebrazione della Giornata mondiale dei Poveri. La mostra “Ecce homo” è stata inaugurata oggi pomeriggio, nella Cappella del Corpo di Cristo, a palazzo dell’Annunziata, promossa dalla collaborazione tra Caritas diocesana e Azione Cattolica interparrocchiale del centro storico. Il taglio del nastro è stato affidato all’amministratore diocesano don Aladino De Juliis e al responsabile della Caritas, Gianni Cruciani.”Abbiamo avviato una collaborazione per promuovere alleanze, aperte a tutti e nel segno del servizio al bene comune e soprattutto verso fratelli e sorelle che sono nel bisogno” ha sottolineato Adalgisa Cocco, rappresentante dell’Azione Cattolica. “Attraverso la mostra fotografica si declina il senso dell’evangelico Ecce homo, immagine di una povertà che ci interroga” ha aggiunto Francesca Orsatti della Caritas. Le fotografie in mostra ritraggono volti e luoghi in bianco e nero, che parlano di povertà, espressa da emarginazione, solitudine, precarietà e disoccupazione, vuoto di speranza e di fiducia. All’interno della mostra è compreso anche un angolo dedicato ai manufatti dei detenuti. La mostra sarà aperta da oggi a domenica 26 novembre, tutti i giorni dalle 17.00 alle 20. La riflessione propiziata dalla Giornata dei Poveri, indetta da papa Francesco, proseguirà sahat0 e domenica prossimi. Sabato 25 novembre sarà giornata dedicata alla Colletta alimentare promossa dal banco alimentare dell’associazione nazionale alpini. Domenica 26 novembre infine si terrà un convegno nell’auditorium del Centro Pastorale diocesano alle 17.30.