COMITATI AMBIENTALISTI: CONTI ESEMPIO DI RETTITUDINE E AMORE PER LA NATURA

“Con Guido Conti se ne va un pezzo di storia della nostra città e dei nostri monti che tanto amava e conosceva come suo padre, anch’egli forestale che aveva seguito e diretto in passato il rimboschimento delle montagne abruzzesi e dal quale aveva ereditato la passione: un esempio di rettitudine e attaccamento al proprio lavoro”. Anche i comitati ambientalisti sulmonesi esprimono il loro cordoglio e la loro commozione per la tragica fine del generale dei Carabinieri forestali. “Come Comitati abbiamo avuto l’onore e il piacere di conoscerlo, di apprezzarne la cortesia e la disponibilità che lo ha sempre contraddistinto e, in diverse occasioni, abbiamo tratto insegnamento dai suoi consigli e dalla sua grande competenza in materia ambientale” proseguono i comitati che ricordano in Conti “un illustre e coraggioso concittadino al servizio dello Stato, insignito del titolo di Commendatore della Repubblica per meriti speciali in indagini condotte a difesa della legalità su tematiche ambientali”. Gli stessi comitati ricordano l’ultima apparizione in pubblico del generale, quando tenne una conferenza nella sala della Comunità Montana Peligna dedicata al rimboschimento. “Al termine della conferenza il generale ci aveva esortato ad avere fiducia e ad essere ottimisti sui grandi miracoli che la natura sa compiere per rinascere senza interventi dell’uomo. Lo ha ripetuto più volte prima di concludere quasi a voler rassicurare tutti noi con le sue parole e la sua testimonianza” concludono i comitati esprimendo commossa gratitudine al generale scomparso.