SARA’ FESTA PER IL “CAMPANONE” CHE TORNA A SUONARE “CAVOLI E PESCE”

Sarà festa per il ritorno della tradizione “cavoli e pesce”, il suono del “campanone” della chiesa dell’Annunziata che dalla sera del prossimo 24 novembre annuncia, per un mese, l’arrivo del Natale. A darne notizia è stata questa mattina Catia Puglielli, presidente dell’Asp-Casa Santa dell’Annunziata. La festa, alla quale lavorano alcuni cittadini sulmonesi in collaborazione con il Comune e con la Casa Santa, si svolgerà prima dell’ora del suono del campanone, fissato alle 18.45. Tutto torna dunque nel solco della tradizione dopo la perizia che ha accertato l’assenza di rischi derivanti dal movimento delle campane. Il sindaco Annamaria Casini ha revocato parzialmente l’ordinanza dello scorso anno disposta su indicazione dei Vigili del Fuoco per motivi di sicurezza.
“Ritengo sia importante mantenere vive le tradizioni sulmonesi. Anche per questo motivo, di concerto con il Presidente della Asp Casa Santa dell’Annunziata Catia Puglielli, abbiamo avviato celermente tutte le procedure affinchè il suono del campanile, dopo un anno di interruzione, potesse tornare a scandire puntualmente la tradizione, molto sentita dai nostri concittadini, soprattutto nel periodo natalizio alle porte” ha precisato il sindaco.“E’ intenzione” aggiunge il Sindaco “valorizzare al meglio l’intero complesso della SS Annunziata da parte sia del Comune sia della Asp Casa Santa che entro l’anno stipuleranno finalmente la convenzione, con cui si consentirà di portare avanti progetti importanti per la vita culturale della nostra città” ha concluso il sindaco.