PARCHEGGIO A PAGAMENTO VICINO L’OSPEDALE, PER ASL E COMUNE E’ TUTTO UN MISTERO (video)

Un nuovo parcheggio nelle immediate vicinanze dell’ospedale, ma questa volta a pagamento. Una novità che ha subito provocato sorpresa e soprattutto proteste tra gli utenti. L’iniziativa è stata presa dai proprietari delle due palazzine che la Asl ha preso in affitto per portarci ambulatori e altri servizi, oggi ancora nella vecchia ala dell’ospedale. La tariffa fissata per la sosta è di un euro ad ora. Totalmente all’oscuro della novità, sono il Comune e la Asl che contattati per avere chiarimenti, sono caduti letteralmente dalle nuvole. “La Asl non ha competenze sul piazzale dove è stato realizzato il parcheggio”, spiega il direttore sanitario Tonio Di Biase, “e non siamo noi a dover dare spiegazioni su quello che sta succedendo su un terreno privato, semmai le deve il Comune che è l’ente competente al rilascio delle autorizzazioni”. Nemmeno il Comune è in grado per ora di dare chiarimenti sul parcheggio, che diventa “oggetto misterioso” e alle legittime rimostranze dei cittadini che si recano in ospedale e devono pagare un ticket per il parcheggio, su iniziativa di un privato, rispondono che provvederanno ai controlli. Tra l’altro inglobata nella particella che fa riferimento all’area dove sono stati istituiti i parcheggi a pagamento, ci sarebbe anche una strada pubblica che sarebbe stata tolta, in questo modo, alla disponibilità della collettività. “Pensavamo che la Asl avesse provveduto finalmente a risolvere il problema dei parcheggi”, afferma uno degli utenti dell’ospedale contrariato della novità, “Invece non è così perché ci sono i soliti furbi che speculando sulle necessità di chi si reca in ospedale, vuole fare solo affari nel colpevole silenzio del Comune”. Per il momento a riscuotere il costo all’entrata del parcheggio c’è un addetto che sarà sostituito a breve da parcometri automatici. Ieri gli affari sono stati pochi visto che i nuovi spazi a pagamento sono rimasti praticamente vuoti per l’intera giornata.