LA CIVITA DIFENDE IL SUO OPERATO NONOSTANTE LE SCELTE DEL SINDACO

“Lascio la delega al bilancio. Quando mi sono insediato non c’era nulla neanche il funzionario preposto. Sono riuscito a creare una squadra forte, coesa che mi ha dato tutto quello che ha potuto. Un lavoro meraviglioso in piena armonizzazione contabile apprezzato dalla stessa minoranza con voti di astensione su atti di programmazione mai registrati prima”. Sono le dichiarazioni dell’assessore Cristian La Civita, al quale il sindaco Annamaria Casini ha deciso di togliere la delega al Bilancio, quella più importante e per la quale La Civita si è speso con grande energia e capacità. “Quanto ho costruito dovrà rimanere patrimonio del Comune per un bel po’ di tempo ed essere di esempio. Tutto questo è stato possibile grazie a tutti i dipendenti del settore ed in particolare alla grande professionalità e dedizione della dirigente Filomena Sorrentino, di Giancarlo Galante e di Alessandra Caputo”.  Quindi La Civita ha espresso un ringraziamento a tutto il personale del settore Bilancio. Ma La Civita già guarda al prossimo futuro con “la sfida delle sfide” che sarà quella della riorganizzazione della macchina burocratica comunale, che oggi presenta deficienze un po’ dappertutto. L’assessore annuncia che al riguardo avrà come riferimento “proprio quel risultato che credo in molti mi hanno invidiato e mi invidieranno ancora per molto”. “Siamo a buon punto ma per riuscirci dovevo essenzialmente concentrarmi su questo obiettivo perché la storia del comune su questo tema ha registrato decenni di mancate occasioni ed io sto lottando e continuerò a lottare perché Sulmona abbia finalmente e quanto prima un meritato Comune” conclude La Civita. Dunque l’assessore dice di avere all’attivo risultati incoraggianti, conseguiti finora. Evidentemente questi risultati non sono stati sufficienti agli occhi del sindaco che ha deciso di non confermargli la delega.