DIFESA DEL TRIBUNALE, VERTICE TRA AVVOCATI E SINDACI A PALAZZO DI GIUSTIZIA

Un tavolo istituzionale di parlamentari, sindaci, consiglieri regionali, ordini professionali e associazioni di categoria per rilanciare la battaglia a difesa del Tribunale di Sulmona. La scadenza della proroga accordata ai quattro tribunali abruzzesi è fissata al 2020. Ed è per questo che non bisogna abbassare la guardia. Il tavolo istituzionale è uno dei primi obiettivi che questa mattina sono stati indicati dal vertice tenutosi nell’aula d’udienza al secondo piano di palazzo di Giustizia, tra Consiglio dell’Ordine forense e sindaci del Centro Abruzzo. Come pure è stata rilanciata l’ipotesi di coinvolgere direttamente il Consiglio regionale ripristinando la commissione consiliare da dedicare alla difesa dei tribunali di Sulmona, Avezzano, Lanciano e Vasto. All’incontro hanno preso parte anche il presidente del Tribunale, Giorgio Di Benedetto, il procuratore della Repubblica, Giuseppe Bellelli e la senatrice Paola Pelino. Un incontro durato oltre due ore. “Abbiamo tutte le carte in regola per mantenere in vita il tribunale ma alle motivazioni già messe in evidenza nel passato altre nel frattempo se ne sono aggiunte a favore della nostra battaglia” ha sottolineato la senatrice Pelino, la prima ad uscire dall’aula d’udienza, in partenza per Roma per impegni istituzionali. Non è escluso che rappresentanti istituzionali e Ordine forense possano incontrare già nei prossimi giorni il ministro di Giustizia, Andrea Orlando, invitato al convegno di criminologia che si svolgerà venerdì prossimo a Sulmona.