FESTA 4 NOVEMBRE, IL SINDACO: MEMORIA E VALORI DA COLTIVARE PER IL FUTURO DEL PAESE

Gratitudine all’impegno ed al contributo prezioso dell’esercito, delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco e degli uomini e donne della Protezione civile, nel dramma dell’emergenza incendi ed un pensiero commosso alla concittadina Fabrizia Di Lorenzo, vittima dell’efferato attentato di Berlino, nel dicembre di un anno fa, sono stati al centro del discorso del sindaco Annamaria Casini, al monumento ai caduti, nel giorno dell’anniversario di Vittorio Veneto. Davanti alle autorità civili, militari e religiose, agli studenti e cittadini raccolti in gran numero in piazza Tresca, il sindaco ha anche rilevato l’importanza che i valori espressi nella commemorazione dei caduti di tutte le guerre siano trasmessi soprattutto ai giovani affinché rispettino diritti e doveri, rispettino le istituzioni democratiche e abbiano sempre senso di responsabilità verso il Paese. La preghiera per la patria, sulle note del Nabucco di Verdi, nel “Va’ pensiero”, è stata letta dal vice presidente del Consiglio comunale, Fabio Ranalli, mentre il presidente dell’assemblea civica, Katia Di Marzio, ha letto il messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

FOTO DI ANGELO D’ALOISIO