LO CHEF ABRUZZESE NIKO ROMITO PRIMO NELLA GUIDA DEL GAMBERO ROSSO 2018

Il primato assoluto della Guida Ristoranti d’Italia 2018 del Gambero Rosso spetta al cuoco abruzzese, Niko Romito, che con la sorella Cristiana gestisce il suo ristorante Reale a Castel di Sangro, nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Giovane cuoco autodidatta, l’abruzzese Romito, 43 anni, gode già di un ricco palmarès avendo ottenuto le Tre Stelle Michelin 2014 e avendo poi scalato la World’s 50 Best Restaurants, dove quest’anno figura nella 43ma posizione. “Il cuoco moderno è quello che sa meritare le Tre Stelle Michelin, e da oggi le Tre Forchette del Gambero Rosso ma sa anche portare qualità in una mensa ospedaliera, dimostrando che l’alta cucina si può fare per tanti, se non per tutti, e con un progetto sostenibile”, ha sottolineato il pluripremiato chef appena dopo la cerimonia di consegna dei premi della prestigiosa Guida del Gambero Rosso che lo vede in testa alla classifica con 96 punti. Romito ha poi ricordato come il progetto “Intelligenza nutrizionale” sia riuscito a rivoluzionare i pasti distribuiti in due ospedali romani, il Cristo Re e Villa Betania, “migliorando l’apporto nutrizionale per i pazienti e il food cost”. Altri progetti intanto sono già partiti. Sono sempre più numerosi gli appassionati di gastronomia e gli aspiranti chef che chiedono di apprendere l’arte della cucina da Romito. Tra i progetti avviati c’è infatti il progetto Bulgari che sta portando la vera cucina italiana nelle città più grandi del mondo, come Pechino, sede dell’ultima apertura di un ristorante. “Con i miei ragazzi riesco a fare grande ricerca – ha concluso lo chef abruzzese – dal mio ristorante parte un messaggio innovativo che tutto il mondo comprende e apprezza”.