GIGI D’ALESSIO, A SULMONA SONO A CASA MIA. STASERA L’ANTEPRIMA NAZIONALE DEL NUOVO TOUR CHE PORTERÀ NEI TEATRI D’ITALIA

Tutto pronto per il concerto del cantautore napoletano Gigi D’Alessio, anteprima nazionale del suo tour, al teatro comunale “Caniglia”. Questa sera alle 21.30 Gigi D’Alessio festeggerà i suoi 25 anni di carriera. Una carriera di tanti successi, di tante canzoni che hanno fatto nascere amori e hanno regalato sempre emozioni, a tante generazioni di giovani, a cominciare dal 1992. “Dividerò per periodi i miei venticinque anni di carriera e di successi, cercando di contentare tutto il pubblico che da sempre mi segue, giovane e adulto – ha detto il cantautore – d’altronde sono cantautore senza tempo, mi segue il ventenne, il quarantenne ma anche l’ottantenne”. Entro novembre il cantautore pubblicherà un music-film, proprio per raccontare i suoi 25 anni di carriera. “Ho lavorato sempre con tanta passione, ho studiato in conservatorio, ho fatto sacrifici e ho avuto anche un pizzico di fortuna – ha detto – ma l’ingrediente essenziale del successo è la passione, il successo e i soldi arrivano ma bisogna lavorare con impegno e passione”.  D’Alessio ha detto di sentirsi a casa sua, qui a Sulmona, “perché siamo tutti meridionali e il fatto di essere gente del sud ci dà sempre una carica in più, vivendo in una terra meravigliosa, di tanti colori e sapori”. “Non mi sento un ospite ma uno di voi” ha detto D’Alessio rivolgendosi al sindaco Annamaria Casini. E a Sulmona e all’Abruzzo, splendido scenario dell’anteprima nazionale del tour, D’Alessio dedicherà stasera il brano “Non mollare mai”. “Scelgo di dedicare questo brano perché Sulmona e l’Abruzzo, in momenti difficili, hanno dimostrato coraggio e tanta forza d’animo, risollevandosi da drammi, come quelli del terremoto” ha spiegato il cantautore, sottolineando che già altre volte, in forma privata, è stato a Sulmona, trovando sempre un’accoglienza calorosa. “Ho pranzato in un ristorante del centro storico, dove mi hanno regalato prodotti tipici di questa terra, come l’aglio rosso e ho assaggiato cibi deliziosi – ha ricordato il cantautore – ed è anche questo rapporto di amicizia che io instauro con il mio pubblico”. Quindi ha concluso:”Quando scrivo canzoni penso molto al valore dell’amore, dell’amicizia, dell’affetto tra persone, rifletto bene su questi valori e i messaggi che invio con le mie canzoni voglio che siano sempre messaggi positivi”. Alla fine sono arrivati anche i doni e il simpatico siparietto con il sindaco e con la responsabile del canile comunale Gabriella Tunno. “Tanti cani portano il tuo nome e altri si chiamano Gennaro, Ciro e Carmela in onore di Napoli”, ha detto la Tunno al cantante mentre  gli faceva indossare la pettorina di Code Felici. Pronta la replica del cantante: “Allora vuol dire che canto come un cane? Naturalmente scherzo e aggiungo che gli animali sono i soli che non ti tradiscono mai”. Tra i pensieri ricevuti i confetti di Sulmona donati dalla vicepresidente della DMC, Mariadora Santacroce  insieme alle magliette celebrative del Bimillenario Ovidiano e i dolci, molto apprezzati dal cantante, soprattutto il babà, offerti dalla pasticceria Palazzone.

http://www.youtube.com/watch?v=rb6rPKs4m0M