SANDRO RUOTOLO PROTAGONISTA DELLA SERATA DEL FESTIVAL DELLE NARRAZIONI (Video)

 

E’ un giornalista che da due anni vive con la scorta minacciato dal boss del clan dei Casalesi, Michele Zagaria, per le sue inchieste sull’ecomafia. Sandro Ruotolo è stato il protagonista della seconda serata del Festival delle Narrazioni, intervistato da Giuseppe Fuggetta, direttore di questo quotidiano online. ll giornalismo d’inchiesta, i new media e l’informazione che cambia. Sono stati questi i temi toccati in un’ora di incontro al Soulkitchen da Ruotolo. Il giornalista, che per anni ha condotto programmi televisivi di approfondimento, insieme a Michele Santoro, prima sulle reti Rai e poi su Mediaset, si è soffermato soprattutto sul fenomeno criminale dell’ecomafia, spiegando come funziona il traffico illecito di rifiuti. Poi una breve riflessione sulle mafie, che al di là delle apparenze, sono vive e vitali e non solo nelle regioni d’insediamento storico, estendendosi anche a regioni come l’Emilia Romagna e la Lombardia. Sul dramma degli incendi sul Morrone Ruotolo pur usando prudenza ha sostenuto l’ipotesi che anche dietro quel caso possano nascondersi organizzazioni criminali, sia per le modalità dell’accaduto, sia per gli interessi a cui quegli incendi possono aver mirato. Quanto ai rischi di infiltrazione di associazioni mafiose anche in zone come quelle dell’Abruzzo interno e della Valle Peligna il giornalista ha ricordato che va posta sempre attenzione anche a singole imprese che possono entrare in una determinata area e trovare appoggi e complicità per fare affari.

Le foto sono di Angelo D’Aloisio