CONTO ALLA ROVESCIA PER ROCCARASO TRAIL: QUANDO LO SPORT AIUTA IL TURISMO

Sono tre i comuni interessati (Roccaraso, Rivisondoli e Barrea), due i parchi nazionali attraversati (quello della Majella e quello di Abruzzo, Lazio e Molise). Ma Roccaraso Trail 2017, nel prossimo fine settimana, non sarà solo una spettacolare gara in montagna di 21 chilometri con un dislivello D+ che vedrà i migliori atleti italiani tra cui il pluridecorato Stefano Gregoretti, confrontarsi sulle piste degli “antichi skiatori”. Sarà soprattutto un evento, promosso dall’associazione Mountain Lab guidata dal presidente Gianmaria Fisco, che nel prossimo week end permetterà a tutto l’Alto Sangro di mettere in vetrina le sue potenzialità turistiche. Ne sono convinti i sindaci di Roccaraso, Rivisondoli, Castel di Sangro  e Barrea che insieme hanno deciso di sostenere quest’iniziativa. “Nell’Alto Sangro abbiamo bisogno di manifestazioni di questo livello – ha evidenziato il sindaco di Castel di Sangro e presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso – in questo territorio c’è voglia di crescere, di misurarsi costantemente con le migliori realtà e di diventare un modello di organizzazione e di efficienza. Chi è al timone di un’amministrazione locale ha il dovere di creare le condizioni affinchè questi eventi abbiano un futuro certo e una programmazione facile. Noi lo faremo con la convinzione che la partnership pubblico-privato è la strada per agevolare questi percorsi di crescita”. “Quando una manifestazione sportiva s’impone così rapidamente all’attenzione generale ha bisogno che tutto il territorio la sostenga – ha spiegato il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato – come amministrazione siamo sempre al fianco di chi vuole promuovere l’immagine delle nostre montagne puntando sulla qualità. Con Roccaraso Trail si coniugano aspetti tecnici di grande spessore con un messaggio promozionale che può fare solo bene al nostro turismo”. “Abbiamo sempre creduto che la valorizzazione turistica dell’Alto Sangro passi attraverso l’organizzazione di manifestazioni sportive che abbiano un richiamo nazionale – ha sottolineato il sindaco di Rivisondoli, Roberto Ciampaglia – il binomio turismo-ambiente è l’asse sul quale dobbiamo continuare a programmare lo sviluppo del nostro territorio. Lo sci resta il punto di forza dell’ offerta ma il nostro impegno deve però portare a diversificare i prodotti e i tempi per allungare la stagione anche nei mesi in cui i flussi sono tradizionalmente più bassi”.“Stiamo spingendo con forza per aiutare il nostro comune ad ampliare il ventaglio dell’offerta turistica legata alla montagna – ha puntualizzato il sindaco di Barrea, Andrea Scarnecchia – il nostro territorio sarà attraversato dagli atleti di una gara che sta diventando un veicolo di promozione importante. Vogliamo esserci e vogliamo che Barrea sia sempre più al centro di queste iniziative. Bisogna lavorare insieme: solo una politica di territorio può darci la forza per essere ancora più competitivi”.