LA GIOSTRA CAVALLERESCA PROTAGONISTA NELLA SERATA DI GALA DEGLI EMIGRANTI ABRUZZESI RESIDENTI NEGLI STATI UNITI D’AMERICA

È iniziata con la partecipazione all’annuale festa della Federazione delle Associazioni Abruzzesi negli Stati Uniti la trasferta oltreoceano della Giostra cavalleresca di Sulmona. Una serata di gala che si è tenuta alla presenza del console generale d’Italia a Boston Nicola De Santis il quale si è detto onorato di ospitare una delegazione della Giostra cavalleresca “la cui storia, anche grazie a Filippo Frattaroli, eccezionale ambasciatore di Sulmona in America, ha valicato i confini atlantici diventando famosa a Boston e nei paesi del circondario dove vivono migliaia di Italiani”. Complimenti alla Giostra di Sulmona sono arrivati dalla presidente della F.A.A. Usa, Rosetta Romagnoli, originaria di Sulmona che nel suo intervento ha voluto sottolineare l’importanza della presenza della delegazione dell’Associazione Giostra cavalleresca che sta dando un forte impulso alla divulgazione della cultura e delle tradizioni della nostra regione in terra americana”. nel corso della serata condotta in maniera impeccabile dal cavaliere Domenico Susi, (tesoriere dell’associazione originario di Introdacqua), sono state consegnate quattro borse di studio, offerte dall’italoamericano Joe Pace, originario di Orsogna, ad altrettanti giovani che si sono contraddistinti nella divulgazione della lingua italiana in America.
Una medaglia d’oro è stata consegnata dalla FAA/Usa per il 2017, alla famiglia di Ferrante Di Stefano, originario di Feletto scomparso qualche anno fa, il quale nella sua permanenza in America si è contraddistinto nel campo delle costruzioni e della vendita di case e immobili, portando alto il nome degli italiani negli States. Il distintivo in oro della Federazione delle Associazione Abruzzesi in Usa è stato consegnato per l’anno 2017 a Vera Di Gregorio, Elvira Federico, Guerriero Ricci, Guido Devalerio, Orazio Firmani e Anna Quadri. Nel corso della serata grande spazio alla Giostra cavalleresca con interventi del presidente onorario Mimmo Taglieri e del presidente della Giostra Cavalleresca di Sulmona Maurizio Antonini, con un discorso di ringraziamento proponendo l’avvio di una più stretta collaborazione tra le due associazioni con scambi culturali e iniziative tese alla divulgazione della cultura abruzzese nel mondo. “Da questi incontri devono nascere progetti e iniziative che rafforzino il legame con i nostri fratelli e connazionali residenti in America – ha detto Taglieri – con l’obiettivo di rendere sempre più celebre e salda la nostra manifestazione”. A conclusione del loro intervento, dopo aver ricordato che a Sulmona sono in corso le celebrazioni del Bimillenario ovidiano invitando gli italoamericani in Valle Peligna, Taglieri e Antonini hanno donato l’Ovidio in bronzo al console De Santis e alla presidente della FAA/Usa Rosetta Romagnoli, l’Ovidio in bronzo realizzato in collaborazione con la Fondazione Carispaq dell’Aquila. Felpe della Giostra cavalleresca in ricordo della serata sono state invece consegnate a Filippo Frattaroli e Domenico Susi.

Il console generale di Boston, Nicola De Santis
Ricci riceve distintivo da Domenico Susi

Elvira Federico