“L’ISTITUTO DE NINO-MORANDI TORNI A SULMONA” SIT IN DI PROTESTA E APPELLO DI CASA POUND

Sit-in di protesta questa mattina all’interno dell’edificio dell’Istituto tecnico De Nino – Morandi, da parte di giovani aderenti a Casa Pound. “Adesso basta con le chiacchiere, l’istituto deve tornare nella sua sede storica di Sulmona” ha spiegato Giovanni Bartolomucci, responsabile cittadino del movimento, ricordando che “l’istituto versa nel più completo degrado e che col passar degli anni é diventato un proprio e vero bivacco per vandali e tossicodipendenti”. Una condizione di grave mortificazione a danno di uno dei simboli della città che Casa Pound ritiene inaccettabile, così come il pendolarismo forzoso di studenti e docenti.”Abbiamo manifestato questa mattina per denunciare con tutta chiarezza l’evidente degrado della struttura e l’urgenza che l’istituto torni nella città dove è nato, come annunciato e promesso dalle autorità politico-amministrative” ha concluso Bartolomucci, lanciando l’ennesimo appello alla politica, perché non resti inerte e indifferente davanti a questo caso, come accade già in altre situazioni, che messe tutte insieme stanno segnando una crisi assai grave ed un declino progressivo della città, che però la politica sembra ignorare o sottovalutare.