CONCORSO LETTERARIO CAPOGRASSI, CERIMONIA CONCLUSIVA AL PACIFICO

Cerimonia conclusiva del concorso letterario dedicato al giurista e filosofo sulmonese Giuseppe Capograssi questa mattina nella sala del Cinema Pacifico. Il concorso ha visto impegnati alunni di scuola media provenienti da tutta Italia. L’iniziativa, alla sua ottava edizione, è stata promossa dall’istituto Mazzini-Capograssi d’intesa con il Lions Club, allo scopo di avvicinare la figura e l’opera capograssiana ai più giovani. Il concorso si avvale anche del sostegno della Fondazione Carispaq e della Fondazione Capograssi.  Il tema sottoposto quest’anno all’interesse dei partecipanti è stato tratto dall’opera “Analisi dell’esperienza comune” e riguarda una riflessione sulla definizione di Stato: “Lo Stato “è attività azione comune lavoro comune: il lavoro di ognuno e di tutti, la creazione di un’esperienza il cui fine è essenzialmente comune a tutte le vite ed in cui tutte le vite debbono egualmente partecipare al lavoro di creazione. E in questa formazione di volontà comune e di una comune esperienza entra anche quello che è naturalmente comune tra tutte le vite. Quella fitta trama di bisogni e di scambi che costituiscono la società civile, quella comunanza di condizioni fisiche, di territorio e di stirpe, di lingua e memorie, di fede e storia da cui risulta la personalità storica di una gente, tutto questo insieme di condizioni interesse e fine dell’azione quando entra nella formulazione della volontà comune e del comune lavoro dello Stato.” Gli organizzatori, osservano che “pur consapevoli della diversità con il Premio di Filosofia, sono onorati, di contenere la “damnatio memoriae” a cui sembra destinato Capograssi, tenendo vivo un lume nazionale che, aspettando tempi migliori, possa riaccendere l’accecante bagliore della riflessione del sulmonese riportandola al bagliore riflesso in ogni dove generato da un altro Giuseppe, il professore Papponetti.