ECCO IL MARCHIO UFFICIALE PER “OVIDIO 2017”

15823447_1452896201387843_3803889202298656427_n

Un elegante Ovidio, studiato nei minimi particolari, dalla scelta cromatica carica di significato, ispirato alle Metamorfosi, che sintetizza le identità del territorio, con il filo rosso che collega Sulmona a Costanza e l’originalità del pennino nella statua di Ferrari. Porta la firma di Gaudenzio Ciotti, noto grafic-designer di Roccapia, il marchio ufficiale per “Ovidio 2017”, presentato questa mattina nell’aula consiliare di palazzo San Francesco, dando così il via il grande evento che celebrerà per un anno intero il bimillenario della morte del poeta latino a cui Sulmona diede i natali nel 43. a C.  La cerimonia, alla presenza del sindaco Annamaria Casini, dei componenti del Comitato organizzatore di Ovidio 2017 e della Commissione che ha selezionato l’opera tra trenta che hanno partecipato al bando, si è svolta in una formula più contenuta rispetto a quella prevista per lo scorso 20 Dicembre, poi rinviata a causa dei tragici fatti che hanno colpito la città, come la morte di Fabrizia Di Lorenzo nella strage di Berlino.  “Volevo creare qualcosa che rendesse orgogliosa la città” ha detto l’artista, scegliendo di illustrare, in maniera accattivante, il percorso creativo che affrontato nel lavoro per realizzare l’opera, in cui ogni particolare è un simbolo che fa riferimento alla città e al suo territorio, alle opere ovidiane, al legame con Costanza, inserendo le lettere che compongono il nome del poeta all’interno della figura stessa.

foto10

Ad illustrare motivazioni della scelta è stato il professor Giuseppe Di Bucchianico, docente di architettura e designer all’Università D’Annunzio di Chieti Pescara, componente della Commissione giudicatrice, presieduta dal primo cittadino, e composta da cinque esperti.  “La scelta è avvenuta con massimo rigore” ha precisato il professore “A buste chiuse, senza conoscere i nomi degli autori, ognuno ha analizzato i lavori, senza confrontarci fra noi ed esprimendo giudizi personali, fino ad arrivare, dunque, alla scelta finale”.  I relatori hanno illustrato biografia e curriculum di Ciotti, classe 1983, (clicca), professionista del settore, vincitore del primo premio del concorso internazionale “Design illy time” per illy Caffè e selezionato tra i giovani e le imprese più promettenti d’Italia nel “Wired Audi Innovation Award”.

sdr

Trenta la opere pervenute che saranno esposte e presentate ufficialmente con la giusta collocazione per essere ammirate da tutti in un evento specifico durante l’anno ovidiano.  “Ho trovato questo marchio molto elegante e di grande qualità e sarà adottato dai Comuni di Costanza e di Roma con cui siamo in contatto per l’evento” ha commentato il sindaco  “Il primo passo è stato compiuto. Era importante avere un marchio per identificare l’evento e il territorio. Ci era stata espressa in passato la volontà di realizzare il marchio da parte di alcune persone che stavano ragionando sul progetto. Abbiamo invece voluto dare l’opportunità a tutti di partecipare e proporre la propria idea, ecco la scelta di indire un concorso” ha detto la prima cittadina  “Il 18 dicembre scorso, poi, si è concluso un altro concorso, quello bandito per le proposte delle associazioni locali (clicca): ne sono arrivate 48, che sono al vaglio ora del Comitato che le selezionerà, in base anche alla disponibilità economica, insieme ad altre 20 proposte che erano state già acquisite in precedenza. Una bellissima risposta da parte delle associazioni. Il marchio da oggi rappresenterà il programma ma è intenzione realizzare un regolamento per consentire l’utilizzo del marchio anche per altre manifestazioni fuori programma” ha aggiunto la Casini, annunciando che il programma sarà pronto entro metà Gennaio, ma l’anno ovidiano sarà inaugurato ad Aprile prossimo con il congresso.

sdr
sdr

foto7foto8foto9

prove di declinazione del marchio su gadget

In basso: come nasce l’opera

da M di metamorfosi (inserita poi nel piedistallo) e dal cuore, che nella cultura popolare rappresenta l’amore,tema cantato da Ovidio

foto0

Il colore è l’oro del Sole, in quanto nelle Metamorfosi le apparizioni degli Dei avvenivano dalle 12 alle 14, quando il sole è al massimo

Nel marchio c’è il riferimento a Sulmona, dovuto al pennino che nella statua sorella a Costanza non c’è (nella figura in alto a sinistra)

foto2

scritta Ovidio all’interno, in quanto il lavoro prevede: sintesi, messaggio ed effetto sopresa, suscitata nello spettatore che si accorge alla fine delle lettere inserite nella figura

foto4