CARENZA DI PERSONALE A ONCOLOGIA, FACCHINI “A RISCHIO UN IMPORTANTE REPARTO”

Manca il personale, rischia la paralisi il reparto di Oncologia dell’ospedale di Sulmona, che registra tantissimi utenti, provenienti anche da fuori città, e una decina di trattamenti al giorno. Secondo la pianta organica dovrebbero essere in forza 3 medici, 5 infermieri e 2 operatori socio-sanitari, mentre al momento si contano 2 medici, 3 infermieri e un oss. La carenza di personale si fa sentire ancora di più nel momento in cui alcuni dei lavoratori si assentano per normali ferie, lasciando all’opera solamente 2 medici e 3 infermieri. Aumentano, dunque, le difficoltà e rallenta l’iter per lo svolgimento di importanti esami e analisi, come le biopsie, che necessitando di più infermieri, stamattina sarebbero state rimandate, come ha raccontato Edoardo Facchini, responsabile del Tribunale per i Diritti del Malato “Manca il personale e chi va in ferie non viene sostituito” afferma Facchini “Come cittadino e come utente purtroppo ho visto da vicino la situazione, suonando l’allarme già da una settimana. Mi chiedo come sia possibile che un reparto così importante, efficiente e pieno di gente possa trovarsi in questa situazione, con personale in meno, mentre le stanze sono piene di pazienti che affrontano la chemioterapia” ha detto Facchini “Ho contattato telefonicamente venerdi scorso la responsabile del servizio, informando anche il direttore sanitario. Mi è stato assicurato che sarebbero arrivati operatori socio sanitari, ma ad oggi ancora non si vede nessuno. Voglio accendere i riflettori su questa vicenda perchè è urgente”.