SULMONESE OFENA, GARA NERVOSA FINISCE CON UN PAREGGIO

Sulmonese Ofena e Virtus Ortona si spartiscono la posta in palio in una gara piena di nervosismo, con entrambe le squadre che hanno chiuso la partita in nove uomini a causa delle espulsioni. Matura così un rocambolesco 2-2 condito dalle reti di Fedele e Dragani per gli ospiti e dalla doppietta di Moro a favore dei locali. La Sulmonese non può sbagliare al Pallozzi, e parte forte con il suo centravanti Moro che all’ 8′ si vede respingere sulla linea la sua conclusione a botta sicura dagli sviluppi di calcio d’angolo. La Virtus non ha intenzione di svolgere il ruolo di vittima sacrificale e si fa vedere con una grande azione personale di Bellè, che da posizione defilata scarica un gran destro parato da Vergari. Il botta e risposta tra le due formazioni continua e al quarto d’ora sono i padroni di casa ad avere la palla gol per portarsi in vantaggio: Moro inventa per Del Conte, che a tu per tu con Ciccotelli si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite. La Sulmonese sembra avere in mano la gara, ma fa harakiri e la gara cambia completamente in 300 secondi. D’Orazio sbaglia il disimpegno e regala palla a Fedele che non ha problemi a battere Vergari da pochi passi. Passano cinque minuti e lo stesso giocatore della Sulmonese stende Bellè lanciato a rete rimediando il cartellino rosso. Sulla seguente punizione battuta da Fedele, Shala colpisce la palla con un braccio in area. Per l’arbitro Carluccio non ci sono dubbi ed assegna il penalty. Dal dischetto si presenta lo stesso Fedele, ma Vergari para la battuta del numero dieci gialloverde. La partita sale d’intensità, e la Sulmonese, d’orgoglio, trova il pari con Moro che al 40′ raccoglie una sponda di Moscetti, entra in area, e deposita in rete l’1-1. Nella ripresa la Virtus Ortona trova il nuovo vantaggio dopo appena due minuti con un tiro preciso di Dragani su cui Vergari non può nulla. Il gol rischia di tagliare le gambe ai ragazzi di D’Ortenzio, ma al quarto d’oro è ancora Moro, servito da Ciurlia sul filo del fuorigioco, ad andare a segno per il definitivo 2-2. Da qui in poi le occasioni scarseggiano, mentre fioccano i cartellini. Alla mezz’ora la Sulmonese resta in nove uomini per l’espulsione di Del Conte, reo di aver reagito alla provocazione di Pantalone colpendo il terzino della Virtus con una gomitata. Gli ospiti non approfittano della doppia superiorità numerica, e la Sulmonese non corre rischi. A dieci minuti dalla fine Pantalone atterra Zazzara e viene espulso per somma di ammonizioni, mentre in pieno recupero è D’Alessandro ad andare anzitempo sotto la doccia per una brutta entrata su Tuzi. I più ottimisti possono dire di una Sulmonese che ha raccolto il primo punto interno nonostante la doppia inferiorità numerica e l’assenza di Bovino dal primo minuto. Per gli scettici, invece, è solo un’altra occasione persa per la prima vittoria stagionale tra le mura amiche contro una squadra costruita per la Prima Categoria e ripescata pochi giorni prima dell’inizio della stagione.

SULMONESE OFENA-VIRTUS ORTONA: 2-2

SULMONESE OFENA: Vergari, Moroni, Tarscilla (10′ st Sulli), Tuzi, Favilla, D’Orazio, Shala (24′ pt Moscetti), Zazzara, Moro (33’st Bovino), Ciurlia, Del Conte.  A Disp.: Forcucci, Finocchi, Tirino, Di Carlo.  All.: D’Ortenzio

VIRTUS ORTONA: Ciccotelli, Pambianco, Pantalone, Grossi (18′ st Maccarone), Spoltore, Giammarino, Bellè (26′ st D’Alessandro), Masciovecchio, Dragani, Fedele, Nikolli (12′ s Colesanti).  A Disp.: D’argento, Valbonesi, Di Muzio, Di Marzio. All. Bellè

RETI: 15’PT Fedele (V), 40’PT Moro (S), 2’ST Dragani (V), 15’ST Moro (S)

ARBITRO: Carluccio dell’Aquila

NOTE: Ammoniti: Tarsilla, Shala, Ciurlia, Zazzara, Moscetti (S); Pantalone, Spoltore, Giammarino, Dragani.

Espulsi: al 20′ D’Orazio per somma di ammonizioni. Al 73′ Del Conte per condotta violenta. All’ 81′ Pantalone per somma di ammonizioni, al 91′ D’Alessandro per gioco violento.

Angoli: 4-5, Recuperi: +1; +3

Valerio Di Fonso