TERREMOTO, CHIUSO ACCESSO PRINCIPALE AL CENTRO STORICO DI CORFINIO

 

I due corpi dell'edificio della chiesa che si stanno separando
I due corpi dell’edificio della chiesa che si stanno separando

image

E’ stata transennata l’area dell’ accesso principale al centro storico di Corfinio, a causa dei danni che il terremoto del 24 Agosto avrebbe provocato alla chiesa di San Martino , situata proprio nel cuore antico del paese. Una decisione presa dal sindaco Massimo Colangelo, in seguito al sopralluogo effettuato da due squadre dei Vigili del Fuoco, sollecitate proprio dal primo cittadino per verificare una serie di strutture, edifici e scuola del piccolo borgo, nell’immediato postsisma. Per accedere, dunque, al centro storico, dove si trova anche la residenza municipale, toccherà al momento percorre altre strade, un po’ più scomode e lunghe. “Siamo in attesa in queste ore dell’arrivo dei verbali per poi emettere tutte le dovute ordinanze, interessando inoltre la proprietà della chiesa, che, secondo i Vigli del Fuoco, i quali hanno ispezionato e controllato soprattutto la parte interna, è stata ritenuta pericolante” ha affermato il sindaco, ricordando che dopo il terremoto del 2009, la struttura e il campanile erano stati interessati dagli interventi di messa in sicurezza . Si teme, dunque, si tratti di danni seri al luogo sacro. Sono state controllate anche le due ale della scuola, una costruita negli anni venti del novecento, l’altra risale alla fine degli anni ottanta. “Abbiamo deciso di riaprire l’edificio  scolastico lunedi 19 settembre, per permettere di concludere i lavori di ristrutturazione che sono in corso in questi giorni” ha precisato Colangelo, sottolineando l’operazione di verifica che i  Vigili del Fuoco  stanno portando avanti soprattutto alle strutture che avevano subito danni con il terremoto del 2009, compreso l’edilizia popolare su richiesta di alcuni cittadini.

fotocorfinio