UN PANINO ALL’AMATRICIANA A SOSTEGNO DELLE POPOLAZIONI TERREMOTATE

Crema di pecorino, tartare di cipolle, pomodorini confit e autentico guanciale di Amatrice: ecco il panino all’amatricina la versione “street food” del famosissimo piatto. A idearlo lo chef Alfredo Pagliaro, titolare di una attività di panini gourmet in centro storico, in occasione della maratona gastronomica dedicata alla raccolta fondi per le zone colpite dal terremoto del 24 agosto. Il panino sarà servito oggi a pranzo e a cena con un menù dedicato a 6 euro, due dei quali saranno devoluti in beneficenza. La particolarità è che le donazioni saranno certificate. “Abbiamo preparato un apposito registro” spiega Pagliaro “in su cui registrare il numero dei panini dedicato ad Amatrice venduti e, quindi, in base al numero devolveremo 2 euro per ciascuna consumazione. L’obiettivo è la trasparenza e questo modo ci è sembrato ideale”. Non è escluso che il panino all’amatriciana sarà servito per l’intero week end.