PUGNI IN FACCIA A UN GIOVANE, DENUNCIATO UN DICIOTTENNE DI SULMONA

E’ stato denunciato alla Procura un diciottenne di Sulmona, accusato di aver preso a pugni in faccia un ventunenne di Roccacasale,  ritrovato a terra ferito e privo di sensi, nel centro storico della città. I fatti risalgono allo scorso 17 Luglio, quando, intorno alle 3, un passante notando  il ragazzo a terra svenuto e ferito al volto lo soccorse subito e chiamò il 118.   A causa delle gravi lesioni riportate, “trauma cranio-facciale, con frattura scomposta del ramo mandibolare destro e trauma indiretto del rachide cervicale”, giudicate guaribili dai sanitari in 40 giorni, il giovane fu trasferito all’Ospedale dell’Aquila nel reparto di chirurgia maxillofacciale. Sentito dal personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura dell’Aquila, che lo interrogò nel reparto,  il ragazzo raccontò di aver incontrato, in piazza Tresca,  un diciottenne sulmonese suo conoscente, mentre andava a riprendere la sua auto da solo per tornare a casa, dopo aver trascorso il sabato sera con amici.  L’incontro tra i due sarebbe  sfociato in una discussione degenerata in violenza e ad avere la peggio fu il ragazzo che ricevette un pugno sulla parte destra del volto, talmente forte da fargli perdere conoscenza. Dapprima il giovane non seppe dire con certezza se il colpo fosse stato sferrato dal diciottenne o da uno dei due ragazzi che erano in sua compagnia. Il diciottenne fu convocato in Commissariato, ascoltato dalla squadra Anticrimine. Inizialmente raccontò che insieme a due suoi amici, una ragazza e un ragazzo, entrambi minorenni, si sarebbero imbattuti nel giovane aggredito quando era stato già colpito, prestando anche i primi soccorsi. Il neomaggiorenne, poi, cambiò versione, affermando di aver colpito il ragazzo dopo essere stato provocato. Una versione che sarebbe stata in parte smentita dai due minori presenti all’aggressione, i quali, invece, hanno raccontato che il pugno sarebbe partito dopo una discussione tra i due e che il ragazzo ferito non avrebbe manifestato comportamenti provocatori o minacciosi, confermando di aver prestato  i primi soccorsi alla vittima, insieme al presunto aggressore. Fatti che, spiega la polizia, sono stati confermati anche da altri testimoni, i quali, pur non avendo assistito all’aggressione, sarebbero intervenuti, dopo aver notato il ragazzo ferito, chiedendo l’intervento dell’ambulanza. Dopo l’arrivo di altre persone i tre si sarebbero allontanati dalla piazza. Il diciottenne è stato denunciato alla Procura per lesioni gravi.