ENTRO OTTO MESI PALAZZO COLELLA A PRATOLA TORNERA’ AGLI ANTICHI SPLENDORI

Consegnati i lavori oggi, lo storico Palazzo Colella di Pratola Peligna, tra otto mesi circa, potrà tornare al suo antico splendore insieme all’area circostante. Gli interventi prevedono la ristrutturazione e il recupero igienico-funzionale di una porzione dell’edificio, oggi in uno stato di degrado e abbandono,  che sarà adibita, una volta completato il recupero, ad hub turistico del comprensorio. Gli interventi, per un importo di 645mila euro  provenienti dai fondi Fas , prevedono anche la realizzazione di un’area infrastrutturale di servizio, un parcheggio con nove posti auto ed il rifacimento integrale di via Benedetto Croce. In programma, inoltre, la sistemazione di nuova segnaletica stradale per consentire ai turisti di raggiungere  agevolmente il centro storico, superando, così, le difficoltà oggi presenti. Sostenibilità e innovazione sono le parole d’ordine per il recupero e la valorizzazione dello storico Palazzo: da una parte  un’attenzione particolare alle finiture e alla sostituzione degli infissi esistenti con nuovi infissi in legno, che garantiranno migliori prestazioni energetiche, dall’altra la realizzazione di una piattaforma tecnologica che consentirà, attraverso l’installazione di postazioni touchscreen, di promuovere il territorio e le principali attività turistiche e culturali. “Siamo molto soddisfatti per l’avvio di un’opera importante per la comunità di Pratola e non solo, frutto della nostra progettualità e di un lavoro durato anni che oggi diventa una realtà concreta sotto gli occhi dei cittadini” ha dichiarato il sindaco di Pratola Peligna Antonio De Crescentiis. “Siamo ora in attesa della procedura di gara per il rifacimento di via Nazario Sauro che, insieme a via Benedetto Croce ed il quartiere del santuario oggi interessato dai lavori” conclude De Crescentiis “rappresentano una porzione importante del nostro centro storico e ci permettono di valorizzare, in modo adeguato, il santuario della Madonna della Libera, che abbiamo particolarmente a cuore”.

lavori Palazzo Colella - (2)