I SINDACI DEL CENTRO ABRUZZO CHIEDONO INCONTRO CON DEL RIO SU VARIANTE TOTO

Un incontro chiarificatore con il ministro alle Infrastrutture Graziano Del Rio per fare piena luce sul progetto di variante al tracciato del A-24 e della A25. I sindaci della Valle Peligna e della Valle del Sagittario non si sentono per niente rassicurati dalla risposta del ministero, tramite il sottosegretario Benedetto Della Vedova all’interpellanza del parlamentare Pentastellato, Gianluca Vacca di qualche giorno fa e vogliono sentire dalla viva voce del ministro le reali intenzioni del Governo dì sul progetto Toto. E nei prossimi giorni invieranno a Del Rio, un documento  sottoscritto da tutti i primi cittadini contrari all’opera, chiedendo di essere ricevuti per conoscere il suo pensiero sulla variante Toto. Per Della Vedova ci sarebbe la totale mancanza di qualsiasi presupposto normativo e amministrativo al progetto di modifica del tracciato, confermando che gli unici lavori possibili sono appunto quelli di manutenzione e messa in sicurezza dell’attuale percorso, per un investimento totale stimato di circa un miliardo di euro. Ma i sindaci, nonostante l’intervento del sottosegretario, non vogliono abbassare la guardia.
L’incontro si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri alla presenza di una ventina di rappresentanti degli enti del Centro Abruzzo tra i quali anche il primo cittadino di Paglieta, nella sala convegni del comune di Raiano. “Siamo contrari a questo progetto sia perchè non sono stati e non vengono coinvolti gli enti del territorio e la cittadinanza”, afferma il sindaco di Raiano Marco Moca, “sia perché il progetto provocherebbe danni ingenti al nostro sistema ambientale toccando l’integrità di luoghi incontaminati e di primaria importanza naturalistica come le Gole di San Venanzio, proprio qui a Raiano e l’area protetta del Parco Velino Sirente, incidendo pesantemente nel cuore del sistema dei parchi D’Abruzzo”. Assente il sindaco di Scanno Pietro Spacone, inizialmente il più ostile al progetto. Ora dopo, la promessa di un collegamento veloce che unirebbe la Marsica con il centro lacustre e con il bacino sciistico di RIVISONDOLI-Roccaraso, la posizione degli amministratori si è fatta favorevole perché risolverebbe l’annoso problema della statale 479 che ogni anno viene chiusa per frane isolando i paesi della Valle del Sagittario. Favorevoli al progetto restano anche tutti i paesi della Valle Subequana che nei giorni scorsi, durante l’inaugurazione del tratto della Tiburtina che attraversa le Gole del Sagittario, hanno ricevuto dal governatore D’Alfonso, ampie rassicurazioni sul fatto che la variante Toto si farà. “Non è vero della bocciatura del progetto”, afferma il sindaco di Castelvecchio Subequo, Pietro Salutari, “insieme ai sindaci dei territori a noi vicino, lavoriamo affinché la variante alla A25 si realizzi. L’altro giorno alla presenza di tante autorità e con il presidente della Regione ci ha informato sulle ultime novità dicendo che a settembre verrà in Abruzzo il ministro Del Rio a chiarire ogni cosa”.