L’AQUILA ENTRA NEL CIRCUITO TURISTICO FRANCESE E DEI PAESI FRANCOFONI

Il capoluogo abruzzese entra nel circuito turistico francese e dei Paesi francofoni. Ieri, in occasione di “Carrozze e cavalli in festival”, kermesse organizzata dall’associazione il Vaso di Pandora in collaborazione con NaTourArte, l’associazione delle Guide turistiche d’Abruzzo, in città, tra gli altri, è arrivata Caroline George, giornalista di Petit futé gruppo editoriale che pubblica 200 guide turistiche per la Francia e 300 per i Paesi stranieri (Italia compresa). Le pubblicazioni di Petit futé, sul mercato da 40 anni, rappresentano un punto di riferimento per il turista e il viaggiatore, un vademecum turistico in svariate edizioni e sempre aggiornato. Ad accompagnare Caroline George tra le bellezze di L’Aquila Alexandra D’Ascenzo, guida turistica professionista di NaTourArte. La George ha osservato come il procedere dei lavori di ricostruzione lascia chiaramente intravedere la qualità artistica di L’Aquila e, in tal senso, ha sottolineato il suo stupore per una città che, seppur ferita, lascia affiorare bellezza. Al capoluogo abruzzese sarà riservato un reportage. La manifestazione “Carrozze e cavalli in festival”, che si è svolta nel Parco Castello sabato e ieri, ha richiamato complessivamente circa 5 mila visitatori anche grazie a un modello innovativo in grado di proporre varie iniziative per tutte le fasce d’età. Particolarmente apprezzata la fanfara a cavallo della Polizia di Stato, il galà equestre promosso dall’Asei, presieduta da Stefano Papi, e le visite guidate della città a cura di NaTourArte, mirate a sostenere l’integrazione dei ragazzi disabili e promuovere lo sviluppo turistico del territorio. Obiettivo della “due giorni”, infatti, raccogliere fondi per consentire a ragazzi disabili meno abbienti di fruire di interventi di ippoterapia utili al loro sviluppo psicofisico, all’inclusione sociale e in generale ai loro progetti di vita. “La città di L’Aquila” afferma Maria Domenica Fracassi, presidente di NaTourArte, “ha davvero molte potenzialità turistiche e culturali, ora è necessaria una adeguata promozione e informazione. Al riguardo, in questi due giorni di manifestazione, le guide turistiche di NaTourArte hanno lavorato anche in tal senso”. “Siamo estremamente soddisfatti del risultato della manifestazione” afferma Antonia Emiliani, presidente del sodalizio il Vaso di Pandora “stiamo già pensando alla prossima edizione con ulteriori novità, potenzieremo la promozione al fine di attirare un numero maggiore di visitatori da fuori regione”.

Foto 2-3

Foto 1-5