TORNA IL MUNTAGNINJAZZ, COMPIE DIECI ANNI IL FESTIVAL CHE UNISCE NOVE PAESI

Compie dieci anni il Muntagninjazz Festival, la kermesse che per un mese intero, a partire dal 23 Luglio, unirà nove paesi del centro Abruzzo (Sulmona, Bugnara, Barrea, Scanno, Introdacqua, Pratola Peligna, Prezza, Anversa degli Abruzzi, Roccaraso, Villalago) attraverso la musica di qualità e numerosi eventi culturali, tra cui mostre fotografiche e pittoriche, presentazioni di libri, proiezioni cinematografiche, installazioni lungo Corso Ovidio che si trasformerà in galleria d’arte, iniziative tese alla valorizzazione del territorio.
E’ tutto pronto per l’edizione 2016 quest’anno più ricca e rinnovata con 22 appuntamenti, 3 concerti con trekking in quota (anche in notturna e con guida esperta) e la 2 giorni con “Piano Piano per Sulmona” (19 e 20 Agosto), la grande festa dedicata  al pianoforteche sarà dislocato negli angoli più suggestivi del centro storico del capoluogo peligno, per vivere la musica, da mattina a sera, con lo scopo di replicare l’enorme successo dello scorso anno.  Il corposo cartellone eventi firmato Muntagninjazz è stato presentato in conferenza stampa nella residenza di campagna “Villa Giovina, ai piedi del Morrone, dal presidente dell’associazione culturale Muntagninjazz, Valter Colasante, insieme agli amministratori e sindaci dei nove Comuni che ospiteranno le imperdibili serate del Muntagninjazz Festival, ed ai rappresentanti degli enti partner ufficiali della manifestazione, come la Fondazione Carispaq, Bper, Dmc Cuore dell’Appennino, in collaborazione con Fabbricacultura, Sulmonacinema, Maw e diverse associazioni locali e numerosi  sostenitori della  rassegna. Non solo il jazz dal classico al moderno, ma diversi sono i generi musicali che saranno protagonisti dalle piazze dei comuni alla montagna, che vedranno tra i big: Fabrizio Bosso Quartet & Paolo Silvestri Ensemble (13 Agosto) e Stefano Bollani con il nuovissimo “Napoli Trip” (14 Agosto) entrambi nella splendida Abbazia di Santo Spirito al Morrone a Sulmona.  

foto1

“Il Festival in dieci anni è cresciuto moltissimo e ogni edizione presenta un’offerta di concerti ampia ma soprattutto caratterizzata dalla qualità. La manifestazione, in questo decennio, si è rivelata anche un laboratorio per giovani talenti” ha affermato il presidente Colasante “Oggi non è più una kermesse dedicata esclusivamente ai concerti, ma una contaminazione della musica con numerose attività culturali. Riteniamo importante valorizzare il nostro territorio e la carta vincente è la sinergia, perché solo stando insieme, uniti, si può fare tanto e anche la piccola iniziativa può diventare un grande evento”.
foto00

Il vicepresidente Fondazione Carispaq Armando Sinibaldi: “Sono orgoglioso di essere stato uno dei primi sostenitori del festival, manifestazione che è cresciuta e si è diversificata. Bisogna dare atto a Valter Colasante per aver messo in piedi qualcosa di eccezionale che coinvolge enti, paesi, associazioni. La Fondazione, che è presente in tutte le iniziative culturali che si svolgono in questo territorio, rafforzerà il suo impegno per un evento che merita molto”.

Ringrazia il presidente del Muntagninjazz il sindaco di Pratola e presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio De Crescentiis, il quale, dopo aver ricordato che per il quarto anno il suo comune partecipa alla kermesse, evidenziandone la qualità, sottolinea come “questo Festival sia riuscito ad avvicinare i giovani alla musica di qualità e a imparare a suonare strumenti musicali”.

 

7foto6

amministratore del Comune di Roccaraso insieme alla rappresentante del laboratorio artistico Maw

foto5

da sin: assessore Anversa, la guida esperta che si occuperà degli appuntamenti nel Muntagnintrekk, assesssore Bugnara,

foto2

da destra: assessore Villalago, consigliere comunale Sulmona, Valter Colasante, De Crescentiis, Sinibaldi

foto3

foto4

 

Al termine il taglio della torta per celebrare i dieci anni del Festival

fototorta

Si comincerà da Bugnara  (23 Luglio) con l’escursione in montagna dalle ore 18 al Rifugio Acqua degli Uccelli con il concerto “Taraf de Gadjo”, per arrivare a Sulmona quando a Largo Mercatello [email protected], giovedi 28 Luglio (ore 21) protagonista sarà il Tango con la presentazione del libro e il concerto della jazz band “Welcome to the Django quartet”. Il 3 Agosto appuntamento a Scanno con Ray Mantilla & Maurizio Di Fulvio Quartet. Il Muntagninjazz Festival torna ad Introdacqua, suo luogo natio, con due serate: il 4 Agosto (21.30) con Rimbamband Show e il 7 Agosto con Contemporary Vocal Ensemble. Il 10 Agosto tappa a Barrea che ospiterà Francesco Mazzeo Quartet, mentre l’11 Agosto a Pratola Peligna si esibirà Kelly Joyce Sextet. Il 12 Agosto a Scanno la Jam Session “Festival musica&natura”, mentre il giorno seguente, sarà la volta di Prezza con Volosi. Sabato 13 Agosto Anversa degli Abruzzi ospiterà Agrikol Jazz band. Il 13 Agosto sul palco della bellissima Abbazia celestiniana: Fabrizio Bosso quartet &Paolo Silvestri Ensemble. Il 14 Agosto stessa location per il concerto di Stefano Bollani “Napoli trip”. Seconda escursione per il Munatgnintrekk che si terrà a Barrea a Ferragosto: al via alle 12.30 la Scampagnata Popolare  e concerto de I Lupi della Majella, a cui seguirà alle 21.30 Lamorivostri. Il 16 Agosto a Roccaraso: Contemporary Vocal Ensemble, presenti anche a Sulmona il 17 Agosto alle 19, mentre alle 21.30 la città ospiterà Microband.  Il 18 Agosto il capoluogo peligno vedrà l’esibizione dell’Orchestra popolare di musica alle 19, a cui seguirà alle 21.30 Michele Di Toro e Daniele Bonaventura. Stessa data per Scanno che vedrà il concerto di Simone Sala Trio.  Nella due giorni di “Piano Piano per Sulmona”: venerdi 19 Agosto si esibiranno dalle 22 Rocco De Rosa Cinepiano, Michele Di Toro Piano solo, naked Swing Quartet, Dorantes. Il 20 Agosto:dalle 22 Jazz It Up, Carlo Morena, Rocco De Rosa, Servillo, Girotto, Mangalavite. Domenica 21 Agosto a Scanno Max Lisciani Quartet e il 22 Agosto Pcjb Paolo Conte jazz band tribute. Chiuderà il Muntagninjazz festival il 23 Agosto Villalago con i Musicanti di San Crispino.