ALCOLIZZATO PERSEGUITA LA MOGLIE, 40ENNE ROMENO DENUNCIATO DALLA POLIZIA

Un quarantenne romeno è stato denunciato a piede libero dagli uomini del Commissariato di Polizia per il reato di atti persecutori, minatori e lesivi nei confronti della moglie dopo che quest’ultima ha avviato le pratiche di separazione. A seguito della denuncia, scaturita dalle indagini della Polizia, il Gip del Tribunale di Sulmona, Marco Billi, accogliendo la richiesta del Pubblico ministero, Aura Scarsella, ha disposto nei confronti del romeno la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, imponendogli il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie. Infatti alla donna il marito avrebbe procurato un continuo stato di ansia e sofferenza fisica e morale incompatibile con normali condizioni di vita, per lei e per i figli. Il provvedimento del Gip si è reso necessario per il fondato pericolo di reiterazione del reato e per le gravi minacce venute dall’uomo, ritenuto pericoloso. Il quarantenne è stato indagato anche per minacce gravi continuate anche in danno degli agenti di polizia che spesso sono intervenuti nell’abitazione dei coniugi, costretti a sedare gravi tensioni e liti. Attualmente l’indagato è ospitato in un centro di recupero per alcolisti al quale si è rivolto spontaneamente.