ORE CONTATE PER I RESPONSABILI DEGLI ATTI INTIMIDATORI CONTRO GLI IMMIGRATI

Ore contate per gli autori del gesto intimidatorio che ha mandato a fuoco i cassonetti e parte del cancello dell’albergo dove sono ospitati gli immigrati. Dopo aver accertato la natura dolosa dell’incendio, infatti sul posto sono state ritrovate tracce di liquido infiammabile, sia nei pressi dei cassonetti che del cancello, la squadra anticrimine del Commissariato, guidata dall’ispettore superiore Daniele L’Erario, si è messa al lavoro per risalire all’identità degli autori. La Polizia sta esaminando i filmati della videosorveglianza e anche delle telecamere installate nei vari distributori di carburanti della città per accertare se in quella serata qualcuno ha prelevato benzina con delle taniche. Intanto sono stati rafforzati i controlli nella struttura perché a detta del personale dell’albergo nei giorni scorsi avevano notato strane presenze nelle immediate vicinanze della struttura alberghiera. Gli ospiti sono rimasti scossi dall’episodio ma sono stati rassicurati dai gestori dell’albergo sul fatto che si è trattato di un episodio isolato, in quanto i sulmonesi sono stati sempre abbastanza accoglienti verso gli immigrati, tenendo anche conto della civiltà che ha sempre distinto Sulmona e la sua storia. Gli stessi ospiti dell’albergo hanno deciso di rafforzare loro stessi i controlli dell’area per evitare il ripetersi di episodi di intolleranza. Anche sui social erano state scritti post con messaggi di intolleranza verso la presenza degli immigrati in città. Dal Commissariato fanno sapere che si sta lavorando alacremente all’individuazione dei responsabili degli atti intimidatori e già nelle prossime ore potrebbero esservi risultati.