I GRILLINI AL SINDACO CASINI: TANTI AUGURI E ADESSO ONORI I SUOI IMPEGNI

“Con le elezioni appena concluse, i cittadini di Sulmona, hanno scelto il proprio sindaco e, ad oggi, l’obiettivo sicuramente raggiunto, è quello di aver dato il primo sindaco donna alla nostra comunità. Ora, che questo tabù sia stato finalmente infranto, il Meetup Amici di Beppe Grillo Sulmona se ne rallegra ma allo stesso tempo si interroga sul dubbio che tutti hanno avuto: è stata eletta una donna autonoma e capace, come si è descritta in campagna elettorale, o sarà l’ennesima foglia di fico dell’assessore regionale di turno che, circondandosi di giovani inesperti e casualmente assortiti, potrà “guidarli” da persona influente e incontestabile?”. Questi i dubbi che il Meetup Amici di Beppe Grillo di Sulmona si pongono, commentando il risultato delle elezioni amministrative che ha premiato Annamaria Casini e la coalizione Noi per Sulmona. “Le diamo il benvenuto sindaco Casini, a Palazzo San Francesco. Un luogo che davvero ha bisogno di una ventata di novità e cioè ciò che Lei ha promesso di essere per la nostra città. “Finalmente si volta pagina!” oppure SCELAF, sono slogan a cui 6.900 cittadini hanno creduto e che ora dovrà onorare”. proseguono i grillini. “Sulmona, a nostro avviso, ha bisogno di organizzazione e soprattutto di controllo. Ha bisogno di uffici che svolgano il loro compito, cosa che sembrerebbe normale … ma che a Palazzo San Francesco, non lo è. Un esempio su tutti, ma solo perché e’ il piu’ recente, è la vicenda che si è appena conclusa e che ha interessato un personaggio di spicco della politica cittadina di centrodestra, Enea Di Ianni, condannato a risarcire il Comune di 9.000 euro per danno erariale. Se ci fosse stato un minimo di controllo, si sarebbe potuto evitare. Questo è solo un esempio di ciò che troverà a in Comune”.  Poi i grillini pongono al neoeletto sindaco una domanda: la sua idea di fare il sindaco ministro….non sarà mica un pretesto per stare il meno possibile a palazzo?” E concludono: “Auguriamo a tutti i cittadini sulmonesi di aver scelto la persona giusta e daremo tempo a questa amministrazione di dimostrare che essa è espressione del popolo e non delle caste, buone soltanto a festeggiare il bottino elettorale. È nota la frase” la differenza tra un politico e uno statista è che il primo pensa a vincere mentre l’altro pensa alle generazioni future”. Sindaco Casini, sarà politico o statista?”