UNA LEGGE REGIONALE PER TUTELATE L’ORSO

Una legge che riconosce l’importanza della tutela dell’orso, elevandolo a simbolo dell’intera Regione Abruzzo. Il consigliere regionale Lorenzo Berardinetti ha presentato questa mattina all’Emiciclo la legge regionale a tutela della conservazione dell’orso bruno marsicano.  E’ inoltre il primo provvedimento legislativo della Regione che riguarda direttamente l’Orso bruno marsicano e si propone come modello da adottare anche nelle regioni Lazio e Molise, territori interessati dalla presenza dell’orso bruno marsicano. “La legge si pone l’obiettivo di ridurre i conflitti tra chi esercita le attivita’ agricole e zootecniche non professionali e la presenza dell’Orso bruno marsicano – spiega il primo firmatario Lorenzo Berardinetti – questo avverra’ attraverso specifici rimborsi per la prevenzione dei danni causati dall’orso ai cittadini che risiedono all’esterno del perimetro dei Parchi e che svolgono un’attivita’ di agricoltura ed allevamento non a titolo principale”. La legge si propone, inoltre, di promuovere una corretta convivenza con le popolazioni locali, favorire la partecipazione della Regione Abruzzo alle attivita’ di gestione, formazione e monitoraggio contenute nel Piano di Azione nazionale per la tutela dell’Orso (PATOM). “E’ un bel giorno per l’Abruzzo” ha dichiarato il presidente del Pnalm Antonio Carrara in quanto l’intera comunita’ regionale si pone l’obiettivo della conservazione dell’Orso come risorsa fondamentale per l’intero ecositema”. Alla conferenza stampa hanno partecipato, oltre a Carrara, il presidente della Comunita’ del Parco, Antonio Di Santo, il referente del ministero dell’Ambiente per il PATOM, Antonio Di Croce, il commissario del Parco Velino-Sirente, Annabella Pace, i rappresentanti delle Riserve Abruzzesi, il rappresentante dell’Associazione “Ambiente e Vita”, Patrizio Schiazza, ed il vice comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato, Mauro Macino.