CONVEGNO SULLE RIFORME ISTITUZIONALI CON BOBO CRAXI E CICCHITTO

Esponenti di primo piano della politica nazionale saranno protagonisti del convegno promosso dal Centro Studi “Domenico Susi”, per domani, venerdì 24 giugno,  alle 17, nella Sala Congressi del Vescovado, in viale Roosevelt, a Sulmona. Il convegno sarà dedicato al tema “Le riforme istituzionali, un dibattito lungo 30 anni” e vedrà la partecipazione di Fabrizio Cicchitto, Presidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati, Enrico Buemi, membro della Commissione Giustizia al Senato, Giuseppe Di Pangrazio, Presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo, Bobo Craxi, della Segreteria Nazionale del PSI e Nazario Pagano, Coordinatore regionale di Forza Italia. Inoltre, Domenico Logozzo, già giornalista Rai, coordinerà gli interventi. A precedere i relatori saranno le autorità e Neomisio Susi, Presidente pro tempore del Centro Studi. Quello sulle riforme istituzionali è un dibattito lungo 30 anni da quando il PSI, per primo, attraverso il suo segretario Bettino Craxi, introdusse questo tema nella discussione politica. Da allora sono trascorsi decenni, ma il tema è più che mai di attualità, dopo che il Governo Renzi ha legato la propria “sopravvivenza” all’approvazione delle riforme istituzionali, scommettendo sulla vittoria dei Sì al referendum confermativo di ottobre. Nell’incontro, si discuterà se l’Italia sia un sistema riformabile e modernizzabile, su che cosa accomuni o distingua riformatori di ieri e riformatori di oggi, se la riforma attuale sia in grado di dare le risposte di cui il Paese ha bisogno. In particolare i relatori esprimeranno la loro opinione sulla capacità della riforma oggi proposta a dare risposte adeguate, attraverso la fine del bicameralismo perfetto ed un processo legislativo più snello ma caratterizzato da un’opportuna dialettica, un rafforzamento dei poteri del Governo insieme alla previsione di giusti contrappesi e uno stabile rapporto tra poteri dello Stato e delle Regioni. Nella parte finale dell’iniziativa sarà lasciato spazio ad eventuali interventi dal pubblico. Il convegno è stato organizzato con il sostegno della Fondazione Carispaq.