SENZA CASA NON PUO’ ACCEDERE A CURE MEDICHE E CHIEDE AIUTO AL TDM

Da qualche anno trova alloggi di fortuna e dorme dove capita, ma proprio il fatto di essere senza fissa dimora non gli permette di usufruire dell’esenzione ticket nè dell’attribuzione a un medico di base. E’ la storia di un 43enne di origine campana, giunto a Pratola Peligna anni fa con i fratelli, ex lavoratore alla Foceit, che si è rivolto in questi giorni al Tribunale dei Diritti del Malato chiedendo aiuto. Ad occuparsi del caso è Catia Puglielli, avvocato del Tdm, la quale ha contattato il Comune di Pratola al fine di risolvere la situazione. “Abbiamo scritto all’amministrazione comunale e siamo in contatto con il vicesindaco, in attesa, quindi, di risposta per poter ottenere la residenza, che l’uomo non ha avuto in precedenza a causa di  una serie di problematiche legate a trasferimenti. In queste condizioni, al momento, non può accedere a cure specifiche, ma può solo ricevere assistenza medica  in caso di urgenza nel pronto soccorso dell’ospedale”.