NETTO IL SUCCESSO DI ANNAMARIA CASINI CHE SFIORA LA VITTORIA AL PRIMO TURNO

image

Sono 23 le sezioni scrutinate a Sulmona per un totale di 12596 voti espressi su un totale di 14887. Mancano solo tre sezioni da scrutinare e in queste ci sarebbero dei problemi sul conteggio delle schede e dei voti. Annamaria Casini candidata sindaco della coalizione “Noi per Sulmona” ha ottenuto 5639 pari al 44,76%; Bruno Di Masci (La Città che vogliamo), 3324 pari al 26,38%; Alessandro Lucci (Sulmona Bene in Comune), 1555 pari al 12,34%; Elisabetta Bianchi (Forza Italia) 902 voti pari a 7,16%; Alberto di Giandomenico (Sovranità Sulmona), 774 voti pari al 6,14%; Domenico Capaldo 402 Voti pari al 3,19. Sulmona è retta al momento da un commissario prefettizio Giuseppe Guetta insediatosi a Palazzo San Francesco l’11 febbraio scorso a seguito delle dimissioni contestuali di 9 consiglieri comunali che hanno decretato la caduta del sindaco Peppino Ranalli eletto nel 2013 a capo di una coalizione di centrosinistra. Per le liste Adesso Sulmona ha ottenuto 1094, Sulmona al Centro 1545, Movimento democratico 569, Alleanza per Sulmona 904, Obiettivo 2026 636, Avanti Sulmona 1269, Forza Sulmona 363, Udc Sulmona 224, La Sulmona che vogliamo 868, Sulmona oltre i ponti 66, Sulmona Viva 567, Sulmona Città territorio 354, Bruno Di Masci sindaco 726, Il popolo di Sulmona 277, SbiC 1104, Sel 369, Sovranità Sulmona 570, Forza Italia 636. Per circa il 5% Annamaria Casini ha mancato la vittoria al primo turno e va al ballottaggio con Bruno Di Masci che si svolgerà domenica 19 giugno con i seggi che resteranno aperti dalle 7,00 alle 23,00 con lo spoglio delle schede a seguire. Buono il risultato di Sbic che supera il risultato delle elezioni del 2013. Anche di Giandomenico ha ottenuto un risultato lusinghiero. Da rimarcare il voto al candidato sindaco di Forza Italia, l’unico con il simbolo di partito che con i suoi 902 voti ha riportato circa 300 voti in più della sua stessa lista.

image