I RISULTATI FINALI CONFERMANO LA VITTORIA DI ANNAMARIA CASINI, CAOS IN DUE SEZIONI

Sono andati avanti per l’intera giornata i problemi per lo scrutinio dei voti a Sulmona. E solo alle 16.30 il presidente della dodicesima sezione è riuscito a far quadrare i conti. Questi i risultati finali forniti dai rilevatori comunali su 14877 schede scrutinate: Annamaria Casini, candidata sindaco per la coalizione “Noi per Sulmona” 6436 voti pari al 47,73%; Bruno Di Masci (La città che vogliamo) 3763 voti pari al 27,29%; Alessandro Lucci (Sbic) 1756 pari all’8,72%; Elisabetta Bianchi (Forza Italia) 1046 voti pari al 5,18%; Alberto Di Giandomenico 905 voti pari al 4,63%; Domenico Capaldo (Sel) 476 voti pari al 3,01%. Schede bianche 68 pari allo 0,47%, schede nulle 422 pari al 2,94%, contestate 5, pari allo 0,03%. Vanno al ballottaggio che si svolgerà domenica 19 giugno Annamaria Casini e Bruno Di Masci. In questo periodo si potrà procedere ad apparentamenti di liste e le singole liste di ognuno dei due candidati potrebbero apparentarsi con le liste dell’altro. A Sulmona su 22300 aventi diritto hanno votato 14877, pari 65,98%, con una lieve flessione rispetto ai dati del 2013. Secondo i dati forniti dalla Prefettura il capoluogo peligno è stato uno degli ultimi centri italiani ad ultimare le operazioni di scrutinio. “E’ un ottimo risultato, adesso avanti tutta verso il ballottaggio che siamo sicuri di vincere. Proseguirò la strada che insieme alla coalizione abbiamo intrapreso dall’inizio della campagna elettorale per portare avanti il nostro progetto. Sono una donna di squadra e ritengo che non basta un uomo solo al comando, ma sia necessario un lavoro in sinergia, per garantire governabilità e stabilità. Continuerò a stare tra la gente, nell’ottica di un’apertura con la cittadinanza.” Invece Di Masci ha dichiarato che “la partita è ancora tutta aperta, perché il turno di ballottaggio è una partita a sé stante”. Secondo Di Masci, in questi quindici giorni di attesa del ballottaggio, “sarà opportuno insistere sugli obiettivi programmatici da perseguire, aprendo un confronto sui problemi che riguardano più da vicino la città di Sulmona e il suo bisogno di rinascita”. Se anche nel ballottaggio la Casini dovesse confermare la larga vittoria ottenuta nel primo turno il Consiglio comunale sarebbe così composto: consiglieri di maggioranza: Luigi Santilli, Alessandro Pantaleo, Franco Di Rocco, Roberta Salvati, Fabio Pingue, Katia Di Marzio, Mauro Tirabassi, Andrea Ramunno, Deborah D’Amico. Consiglieri di minoranza; Bruno Di Masci, Alessandro Lucci, Antonio Di Rienzo, Gianluca Petrella, Fabio Ranalli e Francesco Perrotta. Consiglio comunale che potrebbe cambiare qualora nel frattempo ci fossero apparentamenti tra liste. Naturalmente in caso di recupero clamoroso di Bruno Di Masci sarebbe composto da dieci consiglieri delle liste collegate a Di Masci e di eventuali liste apparentate e di sei consiglieri collegati ad Annamaria Casini e agli altri candidati sindaci.

Dichiarazione Bianchi (clicca qui)

FullSizeRender-27 copia 2

 

FullSizeRender-27 copia 3

FullSizeRender-27 copia 4

FullSizeRender-27 copia 5

FullSizeRender-27 copia 6

FullSizeRender-27 copia 8

FullSizeRender-27 copia 9

FullSizeRender-27 copia 13

 

FullSizeRender-28

FullSizeRender

 

FullSizeRender-27 copia