OVIDIO 2017, PRESENTATO IL LOGO DI “METAMORPHOSIS -BEYOND THE SHAPE”,

Porta la firma del giovane designer di Roccapia, Guadenzio Ciotti, già vincitore del concorso Illy caffè, il logo  di “Metamorphosis – Beyond the Shape 2017”, che fa riferimento al mare, alle montagne abruzzesi e a Sulmona, patria di Ovidio. E’ stato presentato questa mattina nella saletta Mazara del Municipio sulmonese il progetto, alla presenza dell’artista il quale ha affermato che “è un onore essere tornato in questo territorio e soprattutto partecipare al progetto ‘Beyond the Shape’. Questo è un progetto molto importante che ha permesso di esprimermi attraverso Ovidio e le sue Metamorfosi. Ho cercato, nella prima fase, di condensare le informazioni facendo in modo che il logo fosse fruibile da tutti. Ho scelto l’oro per rappresentare il sole visto che Ovidio ambienta l’azione delle “favole” delle Metamorfosi da mezzogiorno alle due del pomeriggio, ora in cui il sole è al massimo splendore. Poi l’esilio e quindi il verde e blu (mare e montagne) e la metamorfosi di un fiore. Ho voluto movimentare la fantasia di quanti guardano questo logo perché è un tema estremamente interessante”. Ad esaltare la figura di Ovidio nel territorio, dal punto di vista artistico, è stata Rosa Giammarco, responsabile del Centro Regionale di Promozione Culturale che ha ospitato l’evento a Palazzo Mazara. “Il nostro progetto parte da lontano – ha sottolineato Raffaele Giannantonio, curatore generale dell’iniziativa – e come strategia ha un’ottica inclusiva come una sorta di ruota dentata. Vogliamo creare un’armatura culturale che sostenga il nostro territorio e l’intero Abruzzo. Questo logo rispecchia lo stile moderno e personale del suo autore, in cui, come direbbe Mies van der Rohe, ‘il meno è il più’. Infatti non compare il profilo di Ovidio perché andiamo oltre la forma, come recita il titolo stesso del progetto. Sino ad oggi abbiamo già vinto una battaglia visti gli 87 artisti che hanno deciso di partecipare a questo grande evento ed il giudizio estremamente positivo espresso dalla Commissione scientifica nel sopralluogo di sabato scorso alla mostra del Maw”.

Il prossimo appuntamento venerdì 27 Maggio alle 17.30 presso la saletta Mazara con la conferenza del critico d’arte Maria Cristina Ricciardi dal titolo “Esempi di Metamorfosi vegetali in Ovidio”.

 

DSCN9404