“NOI PER SULMONA”, DI MASCI: OSSESSIONATO DAL PASSATO IL FUTURO NON GLI APPARTIENE

Ossessionato dal passato, il futuro non gli appartiene. “I componenti della coalizione a sostegno dell’ex sindaco Bruno Di Masci hanno ingenuamente ammesso di avere un unico argomento: il passato” E’ quanto affermano gli esponenti della coalizione “Noi per Sulmona” a sostegno di Annamaria Casini Sindaco. “Passato che a Bruno Di Masci non è bastato quando gli elettori lo hanno bocciato sia nel 2005 alla Regione sia nel 2006 al Senato. E ancora nel 2008, quando è stato sconfitto alle primarie del suo partito, senza poter nemmeno provare a tornare in Regione. E non poteva essere altrimenti: chi ha amministrato prima del 2000, senza patto di stabilità e con la Lira, non può che possedere ricette inadeguate. Lo confermano loro stessi, annunciando nel programma del candidato Di Masci una riorganizzazione della macchina amministrativa comunale con una delibera di Giunta, dimenticando che i criteri di organizzazione degli uffici vengono dettati dal Consiglio comunale. E’, infatti, documentato nel TUEL, decreto 267 del 2000, anno in cui il sindaco di allora, Bruno Di Masci, divenne ex. Parliamo del secolo scorso, perché solo di questo possono parlare. Loro rappresentano il passato, dietro le nostre spalle. Noi il futuro, davanti agli occhi”.