PROTEZIONE CIVILE, ANCORA INSUFFICIENTI LE RISORSE DESTINATE AL SETTORE

“Sono ancora inadeguate le risorse destinate alla Protezione civile e in un territorio ad elevato rischio sismico, come la Valle Peligna, andrebbe rivolta attenzione particolare alla prevenzione e a dare risposta rapida alle emergenze”. A riportare attenzione sullo stato della Protezione civile è l’ex consigliere comunale Daniele Del Monaco. “E’ possibile tuttavia avviare delle buone pratiche di protezione civile a costo zero, ricorrendo alla partecipazione delle associazioni di volontariato e sviluppando all’ interno della macchina comunale maggiore interesse per il settore, coinvolgendo le professionalità già presenti in Comune” sostiene Del Monaco. Secondo l’ex consigliere “proprio le associazioni di volontariato operanti in città possono essere una preziosa risorsa da cui ripartire per arrivare alla stesura di un Piano di protezione civile funzionante, efficiente ed aderente alle specifiche esigenze del territorio e della popolazione”. Un ulteriore strumento è rappresentato poi dalla partecipazione a progetti di ricerca nella gestione delle emergenze in partenariato con atenei e istituti di ricerca del settore, facendo diventare il territorio di Sulmona oggetto di studio. Lo stesso Del Monaco ha predisposto un documento informativo sui comportamenti che la popolazione deve tenere in caso di emergenza, ha promosso corsi di formazione di primo soccorso e campagne di sensibilizzazione della cittadinanza in collaborazione con associazioni cittadine. Particolarmente interessante è il protocollo d’intesa per il progetto di ricerca Emergolab promosso dalle Università abruzzesi in cui il Comune di Sulmona può farsi partner per beneficiare di studi approfonditi sul proprio territorio. E a proposito di protezione civile entro le prossime settimane si svolgerà l’esercitazione del raggruppamento Cisom (Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta) Abruzzo-Molise che vedrà impegnati i volontari con l’attrezzatura disponibile nel nuovo Polo Logistico Cisom di Sulmona.