TURNI MASSACRANTI IN OSPEDALE, CISL FP ALLA ASL: “URGE INCREMENTARE PERSONALE”

La carenza di personale nell’ospedale di Sulmona da troppo tempo causa problemi, come i turni massacranti, che non sono più sostenibili dai lavoratori. E’ quanto denuncia Mauro Incorvati, segretario aziendale Cisl Fp Sulmona-Castel di Sangro, intenzionato a sollecitare il nuovo manager della Asl, Rinaldo Toredera, affinchè affronti la questione con urgenza. Racconta Incorvati dei turni massacranti a cui è sottoposto il personale, “contravvenendo la Legge 161/2014, che prevede il rispetto dell’intervallo di 11 ore continuative tra un turno e l’altro per ogni giornata di 24 ore”. Spiega il sindacalista che tanti lavoratori non sono più in servizio in quanto hanno raggiunto il pensionamento e molti sono in procinto di terminare la propria carriera, “con le dotazioni organiche attuali alcuni reparti non sono riusciti neanche a pianificare lo smaltimento delle ferie arretrate, così come, tra l’altro, stabilito dalla Direzione Generale”. Al personale, precisa Incorvati, “viene chiesto di assolvere ai propri carichi di lavoro sempre con massima lucidità e precisione” ma riguardo al problema della carenza di personale urge il “ripristino della legalità soprattutto con l’approssimarsi delle ferie estive, periodo in cui il carico delle utenze in ospedale raddoppia”.